Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 25 Giugno - ore 15.25

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

I bambini delle scuole in prima linea per la Staffetta della solidarietà

Questa mattina Caritas e Fondazione Carispezia hanno incontrato gli alunni della scuola primaria di primo grado Don Mori per fare un bilancio delle iniziative.

i dati
Don Luca e i piccoli protagonisti della Staffetta della solidarietà

La Spezia - Solo nel 2020 Caritas ha donato più di 1.500 tessere per l'Emporio della solidarietà e consegnato più 800 spese emergenziali, operazione ancora in corso, e più di 800 chili di beni di prima necessità raccolti dalle scuole. Questi sono solo alcuni numeri legati alle situazioni di povertà in provincia della Spezia che ha visto in prima linea Caritas, Fondazione Carispeza con l'emporio e le scuole del complesso Isa 2 della Spezia che hanno partecipato ad un progetto che si è concretizzato "Staffetta della solidarietà.
Questa mattina Caritas e Fondazione Carispezia hanno incontrato gli alunni della scuola primaria di primo grado Don Mori per fare un bilancio delle iniziative.
Don Luca Palei, circondato dai bambini, ha spiegato la complessità del progetto con parole semplici. "Siamo qui per ringraziarvi per quello che avete fatto - ha detto -. E' commovente il gesto che avete compiuto per le persone in difficoltà. Si tratta di un'azione che permette di guardare in là, sin da piccoli. In questo tempo di pandemia tante persone hanno dovuto fare scelte difficili. L'impegno della scuola è stato grande e ha aiutato anche i bambini ad aprire il cuore. Donare è il segreto per infondere nuova speranza".
"Come Fondazione Carispezia - ha spiegato la consigliera di indirizzo Linda Messini - abbiamo sostenuto l'emporio fin dalla sua nascita. Il progetto al quale hanno partecipato questi bambini rientra perfettamente negli scopi dell'emporio stesso. E' importante perché dimostra che quando c'è una confluenza di forze si possono dare risposte efficaci ai bisogni del territorio".

La dirigente scolastica dell'Isa 2 Sandra Fabiani ha detto: "Noi ci siamo mossi in periodo Covid e abbiamo superato anche delle paure: non tutti si sentivano tranquilli a effettuare una raccolta di questo genere. Oggi però siamo qui, ce l'abbiamo fatta. Abbiamo seguito tutti i protocolli con grandi risultati. La raccolta alimentare è stata significativa con 800 chilogrammi di materiali da donare all'emporio. Abbiamo poi proseguito con la raccolta di giocattoli e abbigliamento. In tutti questi casi il risultato è stato ottimo. Siamo partiti dal plesso di Marola, poi Pegazzano e infine alla don Mori. L'iniziativa è nata dalla docente Pini della Don Mori. Il progetto si è allargato, ne vado fiera, perché così i bambini possono imparare il valore della cura dell'altro e della solidarietà. Lo abbiamo fatto in un momento difficile, speriamo di poterlo rinnovare".

L'emporio della solidarietà di Caritas coinvolge: la Piccola Matita Onlus, è sostenuto dalla Fondazione Carispezia insieme ai Distretti sociosanitari provinciali e alla Società della Salute della Lunigiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News