Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Maggio - ore 20.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Detenuti-pasticceri, così le prelibatezze preparate vanno a persone in difficoltà

Un corso in carcere per imparare la preparazione e i segreti, poi le donazioni dei prodotti dolciari finiscono alla mensa di Missione 2000. Da un'idea di Is.For.Coop.

il carcere come un quartiere della città
I bignè fatti dai detenuti

La Spezia - Fra aula e cucina, dodici detenuti della casa circondariale "Villa Andreino" della Spezia hanno imparato le basi della pasticceria fino ad arrivare ad un più elaborato cake design. Da gennaio si svolge nel carcere di Via Fontevivo l'edizione di corso catalogo "Operazione Goal Progetto: Pasticceria" che fa parte del Programma Operativo Regione Liguria Fondo Sociale Europeo 2014-2020 (Asse I Occupazione e Asse III – Istruzione e Formazione). Come detto, una dozzina di detenuti si è messa ai fornelli partendo dalla teoria: in aula gli argomenti trattati hanno spaziato da lezioni relative al mondo giuslavoristico, alla sicurezza sul lavoro e all’Haccp. In cucina invece si è svolta la parte laboratoriale e relativa alla preparazione dolciaria.

Le molte ore di formazione in aula e in cucina hanno così permesso ai corsisti di acquisire competenze avanzate nella preparazione dolciaria. Competenze che hanno avuto il piacere di mettere a disposizione, con grande entusiasmo, della storica mensa di Via Torino, gestita dall’Associazione Missione 2000 che distribuisce cento pasti serali a persone in difficoltà, 7 giorni su 7, avvalendosi esclusivamente dell'encomiabile disponibilità dei volontari. E così i neo-pasticcieri, su proposta di IS.FOR.COOP e della Direzione, hanno accolto la richiesta di dimostrare quanto appreso attraverso la preparazione e la donazioni di prodotti dolciari a fasce di cittadinanza in difficoltà. Questa esperienza evidenzia come il processo di inclusione tra ciò che nell’immaginario collettivo viene considerato esterno, lontano ed estraneo alla comunità, possa invece essere incluso attraverso un processo rieducativo che sia in grado di coinvolgere alcuni detenuti in attività utili al “mondo esterno”, considerando il carcere come un quartiere della città.

La missione del corso, che comprendeva inoltre l’acquisizione da parte dei corsisti di nuove competenze che potrebbero
rivelarsi loro utili in un prossimo futuro, sembra così essere stata raggiunta grazie alla sensibilità della direzione e dello staff della Casa Circondariale che ha permesso e agevolato lo svolgimento del corso, i docenti Ilaria Diciaula, Marcello Russo e Mario Vangeli, e i corsisti ospiti della Casa Circondariale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Missione 2000


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News