Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Giugno - ore 20.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Dal deserto ai barconi, poi il diploma e l'università: la storia di Omar e Lamin

I due ragazzi africani, come tanti, sono scappati dagli orrori della dittatura. Si sono salvati la vita a vicenda e hanno ricominciato alla Spezia: uno si è iscritto a Scienze per la pace, l'altro si diplomerà come aiuto cuoco.

lieto fine
Omar e Lamin

La Spezia - Senegal, Gambia e un viaggio della speranza. Comincia così la storia di Omar e Lamin due ragazzi giovanissimi che dall'Africa sono arrivati in Italia accompagnati solo dai loro sogni. Lungo quel percorso così difficile che sono diventati amici e oggi potranno guadagnare un pezzo di strada in più: Omar vuole laurearsi in Scienze per la Pace e Lamin diventare cuoco. E ci riusciranno perché entrambi hanno già cominciato a studiare e se uno dei due si è diplomato e iscritto all'Ateneo di Pisa, l'altro sta frequentando i corsi di aiuto cuoco del Ciofs per poi frequentare l'istituto alberghiero Casini.
La storie di Omar e Lamin si incrociano sei anni fa, a bordo di un pick up nel deserto della Libia. A raccontare la loro storia sono gli istituti che fino ad oggi li hanno sostenuti: Caritas, Isa 1 Don Lorenzo Milani, Istituto Capellini Sauro.
"Omar e Lamin sono due ragazzi africani che si sono conosciuti durante il viaggio - spiega chi li ha accolti -, una sorta di mitologica che può portare alla salvezza o alla morte, con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare attraversare il deserto libico e poi il Mar Mediterraneo, nessuno sa se si arriverà alla salvezza. Eppure si fa il viaggio per fuggire dalla dittatura, dalle lotte tribali, dalla mancanza di diritti, dalla fame".
"Alla partenza solo bottiglia d’acqua a testa, poco o nulla da mangiare e chi cadeva non veniva recuperato, per non perdere tempo - prosegue il racconto -. Omar vide Lamin in difficoltà, gli cedette il suo posto, salvandogli la vita. Si separarono ma il destino volle farli rincontrare a bordo dello stesso barcone per attraversare il Mar Mediterraneo. Rincontrarsi per loro li porto a pensare che fosse un presagio della libertà. Il 13 aprile del 2015 poi arrivarono in Sicilia.

"Da quel momento non si sono più separati. Sono stati accolti nella nostra città dalla Caritas, da don Luca Palei, da tutto il mondo del volontariato spezzino - spiegano ancora-. Non è facile parlare del Viaggio, le parole non bastano. Eppure Omar e Lamin quelle parole le hanno trovate e hanno raccontato la loro storia agli alunni dell’Istituto Capellini Sauro. Quelle parole sono confluite in un libro, “Attraverso”. La loro amicizia, la forza della loro testimonianza è arrivata fino all’Istituto Comprensivo ISA 1 “ Don Lorenzo Milani” e le loro odissee per terra e per mare sono state ascoltate da tanti alunni".

"Grazie alla collaborazione tra le dirigenti scolastiche Chiara Francesca Murgia e Maria Torre, grazie alla generosità di tanti docenti e del personale delle due scuole, sono state istituite due borse di studio per Omar e Lamin - raccontano -. I due amici, infatti, hanno intrapreso un cammino di formazione nella nostra città che i due istituti hanno deciso di sostenere: Omar si è diplomato dopo aver frequentato il corso serale di elettrotecnica e ora si è iscritto all'università di Pisa al corso di Scienze per la pace; Lamin ha preso la qualifica di aiuto in cucina presso il Ciofs e ora è iscritto ai corsi serali dell’Alberghiero per diplomarsi aiuto cuoco. Tutti e due stanno svolgendo il servizio civile nella nostra città. Insieme stanno respirando l’aria di straordinaria normalità che hanno saputo riconquistare alla Spezia".


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News