Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 08 Maggio - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Condomini solidali nelle ex scuole di periferia e un campus al Due Giugno

La Spezia punta sul bando "qualità dell'abitare": 15 milioni con cui ridare ossigeno a Melara, Fabiano, Umbertino, Pianazze e illuminare il Parco delle Mura Ottocentesche.

il progetto
Sergiapietri e Cappelletti - Il campus del Due Giugno

La Spezia - Un progetto che collega Fabiano a Melara: la Spezia spera nel Ministero delle infrastrutture per ritoccare le prime periferie cittadine. E farne un laboratorio di convivenza tra giovani e anziani grazie al recupero delle vecchie scuole, ripensate come condomini solidali. Il bando "Programma sulla qualità dell’abitare" potrebbe garantire nuovo ossigeno urbanistico e abitativo ad alcuni dei quartieri socialmente più fragili. In primis a causa del progressivo invecchiamento dei suoi residenti. Per questo “la scelta è stata quella di elaborare un progetto unico ma diffuso in più aree della città – spiega l'assessora Giulia Giorgi -, rese comunicanti attraverso una rete di servizi. Prima abbiamo scelto di riqualificare il patrimonio di edilizia sociale, poi punteremo sul recupero degli edifici delle due ex scuole, quelle di Fabiano e Melara, da riconvertire in strutture di co-housing sociale, sperimentando forme di convivenza intergenerazionale”.
Ma non solo: il progetto prevede la rivisitazione di tre parchi: Fabiano, Due Giugno e Parco dei Cigni”. Sono 15 i milioni di euro che la Spezia può sperare di ottenere dal ministero, ma il costo stimato del progetto si aggira attorno ai 16,5 milioni. “Integreremo con finanziamenti regionali ricevuti da Arte. Non c'è investimento economico da parte del Comune della Spezia, ma solo messa a disposizione di proprio patrimonio edilizio”, sottolinea la vicesindaca, ospite della seconda commissione consigliare presieduta da Donatella Del Turco.

Il piano finanziario: 2,7 milioni sono messi sul recupero di alloggi di edilizia pubblica. Questo passerebbe, per quanto riguarda il Quartiere Umbertino, attraverso un programma di abbattimento delle barriere architettoniche. In particolare si prevede l'installazione di 11 ascensori all'interno di altrettante proprietà comunali per una spesa 1,5 milioni di euro. Le vecchie case degli operai pensate dal governo sabaudo, un tempo modello di vita decorosa anche per i ceti storicamente più deboli e oggi invece segnate dal tempo. “Le parte alte degli edifici vengono progressivamente abbandonate proprio in virtù di questa scarsa accessibilità”, spiega l'architetta Daniela Cappelletti, una delle progettiste.
L'altro è Danilo Sergiampietri, che pone l'accento sull'idea di interconnessione che sottende a tutto il progetto, capace di coinvolgere due quartieri distanti come Fabiano e Melara. “Da una parte grazie ad una pista ciclabile, in parte già esistente, che si sviluppa soprattutto lungomare. Dall'altra attraverso un percorso pedonale che da Melara si snodi attraverso l'Alta Via del Golfo e infine si colleghi al Parco delle Mura“. Le parole d'ordine sono sostenibilità, accessibilità, connessioni e valorizzazione delle periferie. “Erano d'altra parte gli elementi centrali del bando e sono quelli che danno l'idea di circolarità al territorio”, sottolinea Cappelletti mostrando il movimento impresso sulla mappa cittadina dal loro lavoro.

Centrale, dal punto di vista tecnico, l'uso della tecnologia BIM (building management system), che permette tra le altre cose di ottimizzare i consumi e garantire potenzialmente una buona longevità agli edifici. La scelta del co-housing è centrale perché “La Spezia è già organizzata in quartieri che sono delle piccole comunità. Questo tipo di socialità si ritrova nel nostro progetto”. La scuola di Fabiano – intervento da 3 milioni di euro per creare 12 alloggi - sarebbe di fatto conservata esternamente, mentre quella di Melara - 13 alloggi per 3,8 milioni - subirebbe un intervento più deciso anche dal punto di vista estetico.
All'interno, i monolocali sono pensati per i più giovani o magari per le badanti, mentre i bilocali per le persone più anziane. E poi tanti spazi comuni, che diventino luoghi di incontro, di socialità e di cooperazione, e una parte esterna a verde. “Favorire l'anziano in un contesto di vita autonoma il più possibile, grazie alle possibilità offerte dalla domotica, ma anche attraverso esperienze di vita comune”, illustra Stefania Branchini, responsabile dei servici sociosanitari del Comune della Spezia. Il progetto permetterebbe anche di immettere sul mercato immobiliare case adatte alle persone con limitate capacità motorie, di cui c'è grande richiesta e poca offerta.

Dei tre parchi coinvolti, per quello del Due Giugno si prevedono 1,6 milioni di euro. Pensato come campus scolastico, “l'idea è ricalcare i percorsi segnati sull'erba dal passo degli studenti con un materiale drenante e poi concentrare ed integrare il verde nelle parti laterali”, spiega Sergiampietri. Alle spalle, viene valorizzato il collegamento con la pista ciclabile direzione stazione-Rebocco e con il percorso delle mura ottocentesche. Anche il Parco dei Cigni (350mila euro) è concepito in parte come sfogo per le attività degli istituti scolastici vicini; si prevede quindi un orto didattico accanto a nuovi percorsi nel verde. Per Fabiano l'idea è di una manutenzione generale.
Una parte dei fondi sarebbe dedicata alla sicurezza: 250mila euro per potenziare la videosorveglianza nei quartieri di Fabiano e delle Pianazze. La stessa cifra spesa per rivedere marciapiedi e piste ciclabili, con massima attenzione, anche in questo caso, all'abbattimento delle barriere architettoniche. Altri 250mila euro costerebbe la connessione tra l'ex scuola di Melara e l'Alta Via del Golfo. Infine, aspetto non secondario, al bando viene legata una parte importante della realizzazione del Parco delle Mura Ottocentesche, quello relativo all'illuminazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News