Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Giugno - ore 19.34

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

A scuola di diritti, quando a parlare sono i bambini | Foto

Questa mattina gli alunni della scuola dell’infanzia Don Minzoni di Piazza Verdi e della scuola Arcobaleno dei Vicci hanno incontrato il primo cittadino. Mia ha 6 anni ma ha le idee chiare: "I diritti dei bambini sono giocare e studiare".

l'onesta empatia degli infanti
A scuola di diritti, quando a parlare sono i bambini

La Spezia - Io, gli altri e l'ambiente. Sono questi i temi su cui quest’anno hanno lavorato i bambini della scuola dell’infanzia Don Minzoni di Piazza Verdi e della scuola Arcobaleno dei Vicci. Temi che nelle loro giovani e brillanti menti hanno assunto contorni fantasiosi, come solo con i bambini può accadere, tradotti in pensieri semplici e per questo ancor più efficaci. "La programmazione scolastica di quest'anno – racconta la maestra Carmen Sabbatino – ci ha condotti all'approfondimento di alcuni argomenti importanti come quello dei diritti dei bambini che ben si integra con lo sviluppo dell'educazione alla cittadinanza, con il senso di responsabilità civica e con il rispetto dell'ambiente. L'uscita organizzata per questa mattina con il sindaco Peracchini, ci è sembrata la giusta conclusione di un percorso scolastico che ha visto i nostri bambini di 5 anni lavorare con grande partecipazione sul concetto di cittadino responsabile".
Al grido di “I bambini nascono per essere felici”, una truppa ordinata di 35 scolaretti, divisi in piccoli gruppi, ha quindi fatto visita al primo cittadino portando in dono “l’albero dei diritti”. "Quelli fondamentali su cui abbiamo lavorato sono 5 – precisa la maestra Mariangela Tarantino – il diritto al gioco, il diritto all’istruzione, il diritto all’opinione, il diritto alla parola e il diritto alla salute. Il riconoscimento del loro impegno avverrà questa mattina con il timbro ufficiale del Comune su una carta d’identità personale realizzata da ogni bambino, un gesto simbolico e tangibile per il loro impegno".  

Un’emozione vederli in fila ordinata a due a due, mano nella mano, attraversando piazze e strade per una boccata di aria fresca e di normalità. "Sono emozionato", confida Gabriele, chissà se più per l’incontro con il sindaco o per la libera uscita. E Mia, 6 anni quest’estate, ci tiene a ricordare che "i diritti dei bambini sono giocare e studiare", meravigliosa sintesi, semplice e d’effetto. "Disegnare, uscire con la mamma e il papà e dormire nel proprio letto", sono i diritti fondamentali di Nina, 5 anni e mezzo. E anche sull’ambiente ha da dire la sua: "Si deve rispettare la natura e ai maleducati della nostra città bisogna fare la multa". Mentre ancor più incisiva è l’opinione di Amelia, 6 anni venerdì, che, senza troppi giri di parole, definisce chi sporca un “maiale”.

L’incontro dal vivo – una rarità di questi tempi – ha toccato anche il sindaco Peracchini: "Una grande emozione ricevere oggi a Palazzo Civico i bambini della scuola materna dell'ISA4 in uscita scolastica, segno di ritorno graduale alla normalità – ha dichiarato – Il progetto in continuità con la scuola primaria che le maestre stanno portando avanti è molto importante perché lascia semi fecondi in tracce profonde come sono i bambini: sono loro il nostro futuro e insegnare educazione civica partendo anche solo dal gioco di disegnare una carta di identità che ho avuto il piacere di firmare è un segnale importante. Grazie al dirigente scolastico Michele Buongiovanni e a tutte le insegnanti responsabili del progetto: Mariangela Tarantino, Carmela Sabbatino, Donatella Cammardella, Emanuela Campodonico, Eleonora Rivituso, Rita Menini e Debora Olivieri". "Sentirsi cittadini è un impegno che va coltivato fin da piccoli – conclude la maestra Carmen – e il nostro progetto si concluderà il 20 maggio ai giardini di viale Mazzini con un incontro con le tre classi prime della Scuola Primaria di Piazza Verdi". Sempre dal vivo e sempre in nome dei diritti inviolabili di ogni bambino.

Annamaria Giannetto Pini

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News