Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Luglio - ore 22.36

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

A lezione di specie aliene marine, in passeggiata Morin

Esercitazione pratica per la ‘summer school’ internazionale, organizzata dal Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente dell’Università di Pavia con ricercatori italiani, austriachi, francesci, portoghesi e tunisini.

moli e pontili
Summer school con l'Ecology lab dell'Università di Pavia

La Spezia - Studiosi e professionisti provenienti da Italia, Austria, Francia, Portogallo e Tunisia sono andati sui moli e pontili della Passeggiata Morin per svolgere un’esercitazione pratica sul monitoraggio delle specie aliene marine.
Sono i partecipanti di una ‘summer school’ internazionale, organizzata dal Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente dell’Università di Pavia, che è iniziata il 28 giugno e si è conclusa ieri.
“La summer school rappresenta una delle prime iniziative internazionali che l’Università di Pavia realizza dopo lo stop forzato del Covid-19 e tratta l’argomento dell’introduzione di specie aliene marine nei porti, del quale il team pavese si occupa da qualche anno, con ricerche mirate proprio nel Golfo di La Spezia - si legge in una nota dell’Aquatic Ecology Lab Università di Pavia - Il grande interesse internazionale su questa tematica è dimostrato dal successo ottenuto da questa proposta formativa “Made in Italy”: sono oltre 50 i ricercatori che si sono iscritti da ben 23 Paesi esteri, tra cui anche Ucraina, Indonesia, Vietnam, Costa d’Avorio, Brasile e Peru. Tra essi studenti, ricercatori, liberi professionisti e dipendenti di Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente di alcune regioni Italiane, tutti interessati ad apprendere il metodo di monitoraggio delle specie aliene nei porti proposto dall’Università di Pavia, ma originariamente ideato dal Centro di Ricerche Ambientali statunitense ‘Smithsonian’ del Maryland, Usa”.
“Purtroppo per la maggior parte degli iscritti non è stato possibile partecipare in presenza, a causa delle difficoltà negli spostamenti dovute all’emergenza pandemica in atto: per essi, la scuola si svolge online in diretta streaming - si legge ancora -. Tuttavia, per diciotto partecipanti è stato possibile raggiungere Pavia e hanno poututo sperimentare in prima persona l’efficacia del metodo tra i moli e i pontili di La Spezia”.
“Fondamentale è stata la collaborazione con l’Autorità del Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale e con Assonautica La Spezia” – raccontano le organizzatrici Agnese Marchini e Jasmine Ferrario – “che hanno concesso il permesso di installare pannelli sperimentali che utilizzeremo per la formazione dei partecipanti alla summer school. Ci teniamo anche a ringraziare alcuni diportisti spezzini che hanno ‘custodito’ con cura nei mesi scorsi i nostri pannelli presso il loro posto barca. Il loro supporto è per noi fondamentale”.
Terminata la summer school, non si concluderanno le attività del team pavese: le ricerche sulle specie aliene marine continueranno infatti a Fezzano, Le Grazie e nella Baia di Santa Teresa di Lerici, dove è in atto una intensa collaborazione anche con il Centro di Ricerche sul mare Enea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News