Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 12 Giugno - ore 19.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

A Coopselios la gestione della Rsa Mazzini

La Asl 5 ha affidato il servizio alla cooperativa emiliana, che ha superato Elleuno offrendo 2,7 milioni per 12 mesi. Il tema dell'occupazione finisce in consiglio regionale.

Un anno rinnovabile di un altro
Rsa Mazzini

La Spezia - La gestione della Rsa Mazzini sarà in capo alla cooperativa Coopselios per i prossimi 12 mesi, con la possibilità di prorogare l'affidamento di un altro anno. E' quanto deliberato questa mattina dalla Asl 5, che nelle scorse settimane aveva bandito la gara per oltre 2,8 milioni di euro annui dopo la rinuncia della sottoscrizione del contratto da parte di Kcs, la coop che aveva ricevuto le chiavi della struttura e che ha dovuto affrontare l'esplosione del cluster di positivi al Covid-19 lo scorso ottobre, vicenda finita anche all'attenzione della Procura.

Come anticipato nei giorni scorsi da parte di CDS (leggi qui) il pronunciamento dei vertici Asl era atteso per la giornata di ieri e a giocarsi l'affidamento dell'appalto con Coopselios c'era solamente la cooperativa Elleuno. L'azienda emiliana l'ha spuntata su quella toscana ottenendo un punteggio superiore, seppure di poco, sia per quanto concerne l'offerta economica che quella tecnica.
A fronte di un budget di 2 milioni e 864mila euro Coopselios ha effettuato una richiesta pari a 2 milioni e 718mila euro, mentre Elleuno si è fermata a 2 milioni e 808mila. Sotto il profilo economico i punteggi sono stati quindi rispettivamente di 30 e 29,04. Coopselios ha invece ottenuto 70 punti per l'offerta tecnica e Elleuno 68,75, per un punteggio totale di 100 e 97,79.
Oltre alla gestione della Rsa a Coopselios sono state affidate anche la gestione della struttura di Via Anita Garibaldi e quella del presidio San Nicolò di Levanto.

Delle vicende legate alla Rsa Mazzini e dei timori per i lavoratori, vista la contrazione dei posti letto da 125 a 75, si è parlato nel corso della giornata anche a Genova, durante la seduta del consiglio regionale.
"Coopselios, insieme all'Asl e al Comune della Spezia si impegnino a garantire i servizi: la Rsa Mazzini è fondamentale per il territorio e per i servizi d'assistenza. Diciamo no al ridimensionamento". Lo ha detto il consigliere regionale della Lista Sansa, Roberto Centi, primo firmatario di una interrogazione presentata alla giunta regionale.
"Restano ancora molti nodi irrisolti. Si devono capire - ha proseguito - i possibili scenari funzionali alla salvaguardia di tutti i posti di lavoro: numeri necessari per la gestione della struttura e le possibili ricollocazioni, visto che il nuovo bando non prevede alcuni servizi. Nessuno deve restare a casa. Coopselios faccia capire quale sarà il destino dei lavoratori che, probabilmente, non saranno impiegati nell'Rsa. Deve essere comunicata la loro destinazione".
A Centi ha risposto l'assessora Ilaria Cavo vista l'assenza del presidente e assessore alla Sanità, Giovanni Toti. "La procedura in essere prevede il mantenimento occupazionale dei dipendenti", ha chiarito Cavo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News