Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Maggio - ore 12.47

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sansa: "Pontili, a Lerici torna il partito del cemento"

Il consigliere regionale: "Impatto ambientale e paesaggistico. E cambierà l'approccio dei lericini con il mare".

"Serve condivisione"
Il consigliere Sansa a Lerici nel corso della campagna per le regionali

Golfo dei Poeti - "Il partito del cemento torna alla carica. Approfitta del Covid e della disattenzione generale per proporre progetti che cambiano il volto della Liguria. Stavolta tocca a Lerici, uno dei tesori della nostra regione. Non solo per i lericini, ma per tutti noi". Lo afferma Ferruccio Sansa, consigliere regionale Lista Sansa, intervenendo sul 'progetto pontili', uno dei punti dell'agenda dell'amministrazione comunale lericina. "Sott’acqua 320 'corpi morti' del peso tra le 12 e le 14 tonnellate ognuno, per un totale di oltre 4mila tonnellate di cemento. Parlano di 'razionalizzazione' e di 'riordino', quando in realtà oggi è tutto ordinato e in sicurezza. L’idea di trasferire 430 imbarcazione da gavitello a pontile viene motivata da 'una razionalizzazione' che non si capisce in cosa costituirebbe", continua Sansa.

"I moli avranno sia un impatto ambientale (sulla qualità del mare: una mole così alta di pontili ridurrebbe la circolazione dell’acqua e sconvolgerebbe fauna e flora sottomarine. E avrebbe conseguenze anche sulla balneabilità) e paesaggistico, che sociale: creando un porticciolo cambierebbe l'approccio con il mare per i lericini. E sarà impattante anche sul turismo perché Lerici rischierebbe di diventare un paese come tanti, con un porto, non una baia. I lericini non vogliono vedere cambiare il volto del loro paese. Se si vuole proporre un progetto per la baia deve essere discusso e condiviso da tutti", conclude Sansa. Attualmente a Lerici è in corso una raccolta firme contro il progetto, animata da Società marittima di mutuo soccorso, Legambiente e Comitato per la tutela della rada di Lerici contro l’installazione dei pontili galleggianti; oltre 700, spiegano i promotori, le firme al momento raccolte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News