Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Aprile - ore 13.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pd Porto Venere: "Cannonate Balipedio attività sempre più invasive. Per abitanti e animali"

"Si facciano delle verifiche"
Punta Castagna

Golfo dei Poeti - "Porto Venere è sito Unesco, un’importante meta turistica ed è parco naturale, di cui la Palmaria, l’unica isola abitata della Liguria, è uno degli elementi più significativi. Buona parte del territorio comunale, subisce, però, gli effetti delle
prove di tiro con armi pesanti, che si svolgono nel vicino Balipedio. Qualsiasi cittadino, soprattutto se abitante o transitante in determinati luoghi, può rendersi conto dell’impatto provocato dalle cannonate". Così il Pd di Porto Venere punta il dito sull'inquinamento acustico e non solo: "I vari sistemi d’arma immaginiamo che siano diventati sempre più poderosi nel corso di un secolo ed è automatico sospettare l’aumento delle sollecitazioni e della relativa potenza. Oggi questa attività appare sempre più invasiva per le centinaia di persone che abitano nei dintorni e per l’ambiente circostante; l’intero Golfo avverte tali effetti anche se con diversa entità. E’ quindi probabile che gli edifici presenti nelle diverse zone vengano sottoposti a stress, mentre è riscontrato che le improvvise cannonate provocano pericolosi spostamenti d’aria e fughe spaventate di animali, con conseguenti rischi di incidente, in particolare nella località Cavo, sovrastante il poligono".

"Per questo sono necessarie adeguate verifiche per stabilire la reale portata della situazione e per assumere conseguenti iniziative quanto prima. Prendere posizione su un argomento così delicato per gli interessi economici, occupazionali e industriali coinvolti, non intende rappresentare alcuna contrapposizione ideologica, ma significa richiedere la doverosa assunzione di responsabilità al governo e alle istituzioni civili, militari e sindacali per raggiungere insieme il giusto equilibrio tra la salvaguardia dell’ambiente e il diritto al lavoro. Si tratta cioè di realizzare una coraggiosa e avanzata soluzione, anche dentro un’ottica europea, che sia frutto dei necessari confronti, degli indispensabili investimenti e di
compatibili misure strutturali. Purtroppo, aver risposto negativamente da parte dell’amministrazione comunale
alla mozione costruttiva del gruppo consigliare Porto Venere Bene Comune, non solo dimostra una limitata analisi della realtà, ma evidenzia ancora una volta l’incapacità o peggio la mancanza di volontà del sindaco e del vice-sindaco di
alimentare un necessario ed ampio dibattito su un problema di notevole interesse per i cittadini".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News