Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Aprile - ore 08.41

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lerici, Pd: "Ma quale passeggiata, restauriamo l'esistente"

"E magari riqualifichiamo gli edifici in fondo a Calata Mazzini, demolendo e ricostruendo in modo armonioso".

"I collegamenti esistono"
Lerici, Calata Mazzini

Golfo dei Poeti - "Appare sempre più evidente come il sindaco di Lerici non abbia intenzione di lasciare in pace neanche il più piccolo pezzo del nostro territorio, anche quando gli interventi previsti non vanno a risolvere alcun problema ma anzi lo creano. Il progetto di realizzazione di una passeggiata che colleghi il Belvedere Stefanini alle spiagge di San Giorgio andrebbe ad intaccare uno dei pochi tratti ancora naturali della falesia, agendo su una roccia estremamente friabile e esposta alle mareggiate, con conseguenti enormi problemi di manutenzione.
Per cosa poi? I collegamenti esistono". Lo si legge in una nota diffusa dai Circoli Pd di Lerici.
"Visto che, con molta evidenza, i soldi ci sono, meglio sarebbe venissero impiegati per restaurare e valorizzare i percorsi sul versante a mare del Castello, luoghi di inestimabile bellezza che versano in totale degrado, compresa la Cappella Stella Maris che nessun viaggiatore sa che esista, e la scalinata che porta fino al Ristorante Cicillo. Per non parlare del comodo percorso tramite la galleria che parte dal molo, da cui si sono frettolosamente rimosse le opere dei ragazzi del Liceo Artistico per sostituirle con un anonimo pannello con la motivazione del degrado per poi abbandonare il tutto".

"Pensiamo sia prioritario sistemare la scala di accesso alla spiaggia - conclude la nota del Pd -, ripristinare il collegamento tra la prima e la seconda spiaggetta, intervenire (in accordo con i privati proprietari) nella messa in sicurezza delle falesie sovrastanti. Con tutti questi soldi a disposizione perché non pensare a restaurare l’esistente? E magari pensare a riqualificare gli edifici in fondo alla Calata, demolendo e ricostruendo con un progetto architettonico in armonia col borgo ligure, che preveda due piani in cui collocare in modo dignitoso gli uffici della Capitaneria di Porto e utilizzare il rimanente per rispondere alle esigenze delle attività sportive legate al mare, Palio del Golfo, canoa ed immersioni, che attualmente usufruiscono di locali di fortuna arrangiati dai volontari? Terminiamo con le parole del Presidente Draghi, vincolate alle indicazioni dell’Unione Europea: senza scordare che il nostro turismo avrà un futuro se non dimentichiamo che esso vive della nostra capacità di preservare, cioè almeno non sciupare, città d’arte, luoghi e tradizioni che successive generazioni attraverso molti secoli hanno saputo preservare e ci hanno tramandato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News