Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 06 Maggio - ore 22.04

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lerici vuol prendere l'Unesco per la gola

L'idea è entrare nella Rete delle Città Creative dalla porta della gastronomia.

Candidatura
Muscoli ripieni a Mytiliade 2018

Golfo dei Poeti - Lerici guarda alla Rete delle Città Creative dell'Unesco, creata nel 2004 per promuovere la cooperazione tra le città – ad ra 246 - che hanno identificato la creatività come elemento strategico per lo sviluppo urbano sostenibile. La Rete è suddivisa in sette aree corrispondenti ad altrettanti settori culturali: Musica, Letteratura, Artigianato e Arte Popolare, Design, Media Arts, Cinema e Gastronomia. Ed è su quest'ultimo filone che l'amministrazione Paoletti vuole puntare nel fare domanda, da presentare entro il 31 maggio prossimo alla Commissione nazionale Unesco. Spetterà poi, nel caso, alla Direzione generale Unesco di Parigi dare l'investitura definitiva alle candidature. “Con la sua proposta di candidatura Lerici intende promuovere un sistema di sviluppo economico e sociale di alta qualità che deriva la sua dimensione fisica e mentale dall'incontro del mare e delle colline in un territorio che comprende le valli del Magra e del Vara e che trae la sua unicità della mescolanza di cultura e di paesaggio ligure e toscano. Un territorio, quello dell'estremo levante ligure, che ha in sé la durezza della Liguria e la dolcezza della Toscana e nel quale il linguaggio della natura, il genius loci, ha da sempre una forza evocativa riconosciuta dai più grandi esponenti della cultura umanistica”, spiegano da Palazzo civico nell'atto di indirizzo approvato per dare il La alla candidatura.

Tra le filiere gastronomiche su cui Lerici intende puntare per entrare nella Rete delle Città Creative, si legge ancora, figurano naturalmente pesca, mitilicoltura, olivicoltura, orticoltura, raccolta di erbe spontanee e vermentino Colli di Luni. “Un sistema da consolidare e valorizzare”, animato da “prodotti semplice e ricette semplice ma dall'alta capacità evocativa dello spirito mediterraneo”. Nel progetto, spiegano ancora dal Comune, potranno essere coinvolti a vario titolo realtà quali la Cooperativa mitilicoltori, il mercato del pesce, l'Istituto agrario di Sarzana, Rete imprese, l'Accademia della Cucina, il Consorzio Vermentino e altri. L'atto approvato dalla giunta Paoletti non solo promuove la candidatura lericina, ma altresì propone di affidare, a una figura dotata di particolare competenza e professionalità, un incarico di supporto all'ente nella valutazione della sussistenza dei requisiti per lanciare la candidatura e nella verifica della fattibilità dell'intero progetto di valorizzazione.

Attualmente in Italia le città creative sono:

2006 Bologna (musica)
2013 Fabriano (artigianato e arte popolare)
2015 Roma (cinema)
2015 Parma (gastronomia)
2016 Torino (design)
2017 Milano (letteratura)
2017 Pesaro (musica)
2017 Carrara ((artigianato e arte popolare)
2017 Alba (gastronomia)
2019 Biella (artigianato)
2019 Bergamo (gastronomia)

"La Rete delle Città Creative - si legge sul sito di Unesco Italia - ha tra i suoi obiettivi quello di funzionare come laboratorio di idee e di esperienze innovative intese a capitalizzare il potenziale di cultura e creatività per lo sviluppo urbano sostenibile. Per questo ogni 4 anni le Città Creative sono tenute a presentare un rapporto di monitoraggio inteso a dimostrare l’impegno verso l’attuazione della missione della Rete, presentare un nuovo piano d’azione per i successivi 4 anni, fornire un panorama dell’impatto della designazione, incoraggiare lo sviluppo di ricerche sulle esperienze delle Città Creative".

“E’ un’importante occasione per convogliare su Lerici le importanti competenze di tante realtà associative e culturali presenti sul nostro territorio, comunale e provinciale, attraverso la valorizzazione dei nostri più importanti prodotti del mare e della collina – spiega il sindaco Leonardo Paoletti – Grazie a questa candidatura saremo in grado di creare investimenti nell’ambito della pesca, della mitilicoltura e dell’agricoltura e costruire un nuovo sistema che garantirà anche nuova occupazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News