Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Luglio - ore 22.36

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lerici cerca Pisa per studiare la falesia tra castello e Maralunga

L'idea di una convenzione con l'università che aiuti a capire come intervenire efficacemente per mitigare il rischio.

Bellezza fragile
Spiaggette San Giorgio

Golfo dei Poeti - Una zona incantevole, ma fragile, il tratto di litorale tra il castello di Lerici e Maralunga, dove sorgono tre spiaggette di cui soltanto una, quella più occidentale, è attualmente praticabile (per effetto dell'ordinanza sindacale che viene appositamente emanata da qualche stagione a questa parte). Intento dell'amministrazione è “procedere alla progettazione di interventi di messa in sicurezza delle falesie tra Lerici e Maralunga al fine di ridurre il rischio residuo dovuto ai possibili crolli sule spiagge ad uso pubblico sottostanti le falesie”: così si legge nel recente atto di indirizzo approvato dalla giunta che da il La alla stipula di una convenzione tra ente comunale e Dipartimento di scienze della terra dell'Università di Pisa per uno studio geologico-strutturale della parete del tratto considerato. Un tratto, si ricorda, “interessato da movimenti franosi per i quali sono state eseguite procedure di consolidamento e messa in sicurezza da parte dei proprietari dei terreni interessati, alcune delel quali tutt'ora in corso. Inoltre in tale zona vi è un notevole transito di persone che intendono accedere alle spiaggette”, l'accesso a due delle quali, quella centrale e quella orientale, è interdetto e transennato.

Nero su bianco e allegata all'atto di indirizzo la bozza della convenzione con l'ateneo pisano (costo per il Comune, si legge nel testo, pari a 12.250 euro), in cui si illustrano le attività di studio immaginate, vale a dire, in breve: verifica dei rilevamenti geologici e geologico-strutturali esistenti delle falesie tra Lerici e Maralunga; raccolta dati da terra, mare e da remoto ed analisi delle strutture principali e dei sistemi di fratturazione che caratterizzano il sistema di falesie tra Lerici e Maralunga; impostazione del modello geo-strutturale del sito di studio finalizzato alla costruzione di un modello di interpretativo relativo alle discontinuità strutturali di interesse per la problematica delle instabilità e dei crolli. Un complesso di attività che andrebbe a restituire una serie di elaborati, cioè carte geologico-strutturali a varie scale, elaborazione dei dati geologico strutturali, relazione preliminare relativa agli aspetti geologici del progetto di studio e alla definizione dei sistemi strutturali che possono originare fenomeni di instabilità nel tratto sopra le spiagge interdette, infine una relazione conclusiva, da consegnare entro i sei mesi dalla firma dell'intesa tra Dipartimento e Piazza Bacigalupi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News