Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Maggio - ore 21.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cosmi, elogio della provincia: "Uno Spezia-Crotone me lo tengo stretto"

mai banale
Serse Cosmi

Fuori provincia - L'ipocrisia non sfiora Serse Cosmi. Uno dei pochi a sollevare un sopracciglio sull'assurda regola della squalifica per "espressione blasfema" che classifica gli improperi a seconda dell'oggetto su cui si concentra l'esercizio retorico. Uno dei pochi allenatore di serie A parlare senza filtri del progetto The Super League. Ha letto sui social, dove è molto attivo, che qualcuno dei tifosi-consumatori fautori del campionato-casta (peraltro già quasi naufragato) avrebbe usato 'tenetevi allora Spezia-Crotone' per far risaltare la bontà del progetto di giocare un Tottenham-Juventus ogni anno.
"Il calcio è teoricamente dei ricchi, cioè di chi finanzia le società. Chi vive il calcio in quel modo può comprare i calciatori, ma rimane una ricchezza senza senso - ha detto il tecnico del Crotone alla vigilia della partita contro la Sampdoria -. Il calcio nasce e vive nell'emozione che questo sport regala. Ho letto commenti sprezzanti nei confronti del Crotone da parte di chi vorrebbe vedere partite strabilianti in Super League. Io in Europa, da parte di italiane, di partite strabilianti ne ho viste poche. Forse solo dall'Atalanta, che di questa Super League non mi pare voglia far parte".
Cosmi nota come il movimento di pensiero che vorrebbe trasformarlo in uno spettacolo d'elite venga da lontano. "Alla fine i tifosi sono quelli che capiscono prima ciò che può accadere. Perché loro non vivono di introiti, ma di vittorie e sconfitte. Siamo nel 2021, non sono ingenuo su cosa sia il calcio oggi. Ma invece perché non pensare ad una distribuzione equa della ricchezza del calcio? Perché penalizzare le società che hanno lavorato e invece non sono in difficoltà? Uno da bambino cresce volendo giocare con la Juventus ma anche contro la Juventus".
'Tenetevi uno Spezia-Crotone?' non gli è andato giù. "Queste sono società che hanno vinto campionati e me le tengo strette. Per noi quella partita è stata una sconfitta dolorosissima, ma con 15 occasioni da gol e calciatori che lottavano su ogni pallone. Io non guardo il calcio per i nomi, ma per cosa esprimono le partite. Guadagnarsi una lotta sulla carta impari, è comunque un senso di libertà. Perché ci vogliono togliere anche questo?".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News