Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Luglio - ore 22.36

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Uno sputo in faccia ai tifosi. Siete pieni di soldi, ma ne volete di più"

Il presidente UEFA Ceferin durissimo: "Il calcio è dei tifosi, non di qualche proprietario di club arrivato da chissà dove..."

sarà guerra
Aleksander Ceferin

Fuori provincia - Contro i club cospiratori, contro il clan egoista, la UEFA "resisterà fermamente e lotterà con forza" per "proteggere il calcio europeo". Al termine dell'assemblea di Montreaux, ancora un comunicato da parte delle Federazione europea del calcio che non manca di chiarire agli scismatici della "cosiddetta Super League" che la faccenda avrà ripercussioni. "I cospiratori non hanno compreso che il loro status odierno non è stato ottenuto da soli, ma come parte di un sistema europeo dinamico dove i club grandi, medi e piccoli hanno tutto contribuito alle vittorie e alle sconfitte di tutti. E' un affronto ai valori europei e ai meriti sportivi di tutti pensare di potersi 'separare' e reclamare un'eredità che tutti hanno costruito".

Aleksander Ceferin definisce il progetto "senza senso" e va oltre: "Uno sputo in faccia a tutti gli amanti del calcio e all'intera società. Non vi permetteremo di averla vinta". Gli alleati, citati uno a uno, sono le federazioni inglese, italiana, spagnola e le altre 55 del federazioni nazionali; la Premier League, la Serie A, la Liga, i presidenti Johnson e Macron, il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, la vicepresidente della Commissione Europea Margaritis Schinas e "tutti i leader del mondo che hanno rispetto per i nostri tifosi, la nostra cultura ed i nostri valori che non sono solo valori del calcio ma dell'intera Europa".

La contromossa è ribadita: chi giocherà nella nascente Superlega, non potrà partecipare ai Campionati Mondiali e ai Campionati Europei "e non potranno rappresentare le proprie nazionali in nessuna partita. Ho grande rispetto per quei tecnici e quei calciatori che diranno no a questo folle progetto che vuole uccidere il calcio. Il calcio è dei giocatori e dei tifosi e non di qualche proprietario arrivato da dio sa dove. Sarebbe un bel segnale se ora si facessero avanti dicendo 'Abbiamo sbagliato, siamo pronti a tornare indietro, vogliamo rispettare i tifosi'".
E ancora: "Non riesco a comprendere come non vediate i vostri fans che protestano e riusciate ad infischiarvene. Siete pieni di soldi, eppure ne volete ancora ed ancora. Ne ho abbastanza di sentir dire che una società di calcio è un asset: no, è parte della nostra storia". Infine, Ceferin ha sottolineato come la UEFA redistribuisca circa il 90% dei propri introiti nel gioco. "Per qualcuno la solidarietà non esiste... esistono solo le proprie tasche".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News