Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Giugno - ore 21.49

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sì all'assegno unico, da 167 euro per un figlio a 653 per chi ne ha tre

La stima parla di ottomila famiglie spezzine coinvolte. Da gennaio 2022 si cambierà metodo in seno alla riforma delle politiche della famiglia, conosciuta anche con il nome di "Family Act".

da sapere
Sì all'assegno unico, da 167 euro per un figlio a 653 per chi ne ha tre

Fuori provincia - Assegno unico per i figli al via con anticipo rispetto alle previsione. La misura, approdata oggi in Consiglio dei ministri sotto forma di decreto legge-ponte, è stata pensata per coprire il periodo da luglio a dicembre e arrivare così a regime dal gennaio del 2022. Di che cosa si tratta? L'Assegno unico e universale per ogni figlio a carico è un beneficio economico che lo Stato offrirà a tutte le famiglie per ogni figlio a carico, sulla base dell'Indicatore della situazione economica equivalente (Isee) del nucleo familiare di appartenenza, con criteri di universalità e progressività. Le famiglie potranno beneficiare dell'assegno o nella forma di credito d'imposta, o di erogazione mensile di una somma in denaro (come già avviene per altri benefici economici per le famiglie con figli, come il Bonus nido). L'istituzione dell'assegno è uno degli interventi previsti dalla nuova riforma delle politiche della famiglia, conosciuta anche con il nome di "Family Act".

L’assegno ponte è legato soltanto all’Isee fino a 50mila euro e al numero di figli. L’importo massimo mensile è 167,5 euro per primo e secondo figlio, che aumenta del 30% dal terzo figlio in poi. E dunque l’importo massimo per famiglie con due figli raddoppia a 335 euro mentre sale a 653 euro con tre figli. L’importo cala col crescere dell’Isee e si azzera sopra i 50mila euro. Per ora, sino a fine 2021, l’assegno è destinato a tutte le famiglie escluse dagli assegni familiari, percepiti invece dai lavoratori dipendenti. In Italia si tratta di quasi 2 milioni di famiglie (oltre 50mila in Liguria, ottomila in provincia della Spezia) decisamente eterogenee: in questo sottoinsieme sono compresi soggetti inattivi, percettori di Reddito di cittadinanza, lavoratori autonomi, ma anche dipendenti oggi tagliati fuori dagli assegni per ragioni di reddito familiare. A questi nuclei sarà corrisposto 1 miliardo e 580 milioni dei tre miliardi a disposizione. L’altra metà delle risorse riguarda quelle famiglie che già incassano gli assegni familiari (lavoratori dipendenti). In attesa del nuovo sistema che cancellerà, questi nuclei avranno dal primo luglio una maggiorazione di 37,5 euro al mese per figlio nel caso di famiglie con uno o due figli. E 70 euro in più per figlio per quelle con tre o più figli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News