Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno - ore 23.05

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Parla la tirocinante che ha ricevuto sei dosi di vaccino: "Ho paura ma perdono l’infermiera"

La giovane intervistata da Corriere.it: "Ho dolori forti nel punto dell'inoculazione, mi fa male tutto il braccio. Non farò nessuna denuncia penale".

il caso
Parla la tirocinante che ha ricevuto sei dosi di vaccino: "Ho paura ma perdono l’infermiera"

Fuori provincia - "Ho paura e mi fa male tutto, ma perdono l’infermiera". A poche ora dall’incredibile errore di cui è rimasta vittima, la 23enne di Massa, laureata in psicologia clinica e attualmente studentessa alla magistrale all’Università di Pisa, ha rilasciato delle dichiarazioni a Corriere.it. La giovane aveva ricevuto per errore l’inoculazione di un intero flacone di vaccino anti covid Pfizer. "Ho parlato anche con mia mamma e anche lei è d’accordo con me, non farò alcuna denuncia penale. Sono cose che possono accadere, tutti si sbaglia, non c’è dolo. L’ho letto negli occhi dell’infermiera che mi ha fatto l’iniezione".

"Sto abbastanza bene ma ho dolori e i medici non sanno dirmi cosa potrebbe accadere – ha detto la 23enne -. Sono stanchissima. E molto stressata. Ho forti dolori nel punto dell’inoculazione, mi fa male tutto il braccio. Non farò nessuna denuncia penale ma è ovvio che se avrò in futuro gravi conseguenze qualcuno dovrà rispondere in sede civile. La mia tolleranza vale solo per l’infermiera o chi per lei ha sbagliato, non per la struttura che comunque non può mai permettersi certe disavventure".

"I sanitari erano agitatissimi – ha aggiunto – e ho capito subito che qualcosa era andato storto. Mi hanno spiegato tutto e mi hanno detto che mi avrebbero ricoverato in osservazione per 24 ore. Pensavo di sognare. Ho avuto paura, ovviamente, anche perché giustamente medico e infermiera mi hanno raccontato tutta la verità e non hanno nascosto niente. Mi hanno detto che sono diventata bianca in volto come un cencio. La prima cosa che ho fatto è quella di telefonare alla mia mamma. Quando gliel’ho detto era sconvolta, poi anche lei ha parlato con il medico e si è un po’ tranquillizzata".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News