Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Luglio - ore 12.46

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cappiello: "I riccolesi non paghino la pulizia delle spiagge di Ameglia e Marinella"

"Frazioni abbandonate"
Giacomo Cappiello

Cinque Terre - Val di Vara - "Premetto che da un punto di vista tecnico è doveroso complimentarsi con il nostro Ufficio Tributi che nonostante le difficoltà della tipica burocrazia Italiana riesce sempre a mantenere la barca in pari e a sopperire ai ritardi del Paese Italia". Ha esordito così il consigliere e capogruppo di opposizione a Riccò del Golfo, Giacomo Cappiello, nella dichiarazione di voto riguardo al bilancio comunale.

"Bene l’azione dello Stato centrale che ha doverosamente stanziato risorse per le attività in difficoltà ma come Comune - ha sostenuto Cappiello - dovevamo fare di più, vedi gli aiuti dati dal Comune di Sesta Godano al commercio. La contrarietà al Pef è del tutto politica, come abbiamo spiegato già in commissione vi sono motivazioni concrete. La prima è il ricorso depositato al Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia avanzato dalla Società Acam Ambiente S.p.a contro la Provincia di La Spezia e quindi nei confronti anche del nostro Comune atto ad ottenere l’annullamento del Pef 2020 e il conseguente risarcimento; ritenendo il ricorrente di non aver raggiunto l’equilibrio economico finanziario e quindi un piano di bollettazione ad avviso del ricorrente non corretto. A questo riguardo ci aspettavamo un intervento da parte della maggioranza atto ad evitare ulteriori richieste in capo ai cittadini; ricordiamo le nostre richieste su questo punto non ancora evase".

"Inaudito - ha proseguito il consigliere di centrosinistra - che i cittadini riccolesi si troveranno i costi della pulizia delle spiagge Marinella e Ameglia nella bolletta della spazzatura. Che senso ha tale “addebito a sorpresa”? Perché non ci siamo opposti? A questo riguardo abbiamo depositato un o.d.g chiedendo come da Regolamento che fosse discusso quest’oggi ma non è stato portato. Su questa tematica il sindaco, l’assessore al Bilancio e tutta la maggioranza dovevano opporsi come hanno fatto molti sindaci della Val di Vara. Se Ricco’ godrà del non aumento sarà grazie ai sindaci della Val di Vara che si sono duramente opposti e che voglio ringraziare sentitamente, noi invece non siamo neppure andati in conferenza in Provincia. Non siamo assolutamente d’accordo che sia stato introdotto nel piano lo spazzamento solo per le aree comuni di Ricco’ e San Benedetto. Perché i cittadini delle frazioni non meritano una pulizia? Questa amministrazione continua a trascurare le frazioni che invece dovrebbero essere valorizzate al massimo dato le sue indiscusse bellezze. Tale nostra posizione è figlia anche di una non programmazione adeguata del piano delle assunzioni. Ricordiamo i concorsi per l’assunzione di impiegati ma non di operai.
Nel 2021 è impensabile che la cura delle frazioni sia affidata solamente ai volontari e agli abitanti; ci vuole un piano programmato per la pulizia e la manutenzione ordinaria di tutti i borghi (frazioni comprese). Per equità lo spazzamento deve essere eseguito in tutte le frazioni magari con l’assunzione di un operaio ad hoc addetto alla pulizia a quel punto il costo in bolletta è giusto spartirlo a tutti", ha concluso Cappiello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News