Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Aprile - ore 17.07

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Paoli, Fresu e gli altri ad Aria Festival. Musica e spettacolo a Vernazza

Due serate nello splendido borgo delle Cinque Terre, dove la qualità delle proposte, lo scenario affascinante e l’aspetto sociale rappresentano i macro ingredienti di Aria Festival 2014.

Aria Festival a Vernazza

Cinque Terre - Val di Vara - Grande musica, uno scenario straordinario e un contributo concreto alla ricostruzione del borgo rappresentano la combinazione vincente per dare vita a due appuntamenti da non perdere. Aria Festival 2014, giunto alla terza edizione invernale e organizzato dalla società spezzina Artificio23, torna a Vernazza con due concerti di altissima qualità in una location davvero speciale, la Chiesa di Santa Margherita di Antiochia di Vernazza. “Sono ormai tre anni che Aria Festival ha questa appendice invernale bellissima e suggestiva a Vernazza - dichiara Leonardo Pischedda, il direttore artistico -. Siamo partiti due anni fa con un concerto di Giovanni Allevi, lo scorso anno abbiamo avuto Richard Galliano ed Enrico Rava e quest’anno proseguiamo con un’offerta musicale altrettanto interessante”.
La prima serata, in programma per venerdì 19 dicembre alle 21, vedrà protagonisti Gino Paoli e Danilo Rea. I due artisti si esibiranno in una serie di concerti a base di voce e pianoforte. Lo spettacolo, intitolato “Due come noi che…” vedrà duettare insieme uno dei più grandi interpreti della canzone d’autore italiana e uno dei più lirici e creativi pianisti di oggi. Gino Paoli e Danilo Rea rinnovano così il loro fortunato sodalizio artistico.

In occasione della seconda serata, in programma per il giorno seguente, ovvero sabato 20 dicembre, a rendersi protagonisti saranno due jazzisti, Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura, in “tromba e bandoneon”. Sarà un concerto di grande impatto emotivo e i due artisti cercheranno di raccontare, in una sorta di estrazione poetica, i colori dell’universo musicale contemporaneo.
La chiesa di S. Margherita di Antiochia, riscaldata e allestita di tutto punto per l’occasione, si trasformerà quindi in un perfetto set per concerti, un luogo intimo e antico, dall’acustica ottima. “La Chiesa è consacrata – prosegue Pischedda -, quindi un doveroso ringraziamento va al parroco che chi ha permesso di utilizzarla. L’ambiente sarà rimodellato con delle luci particolari, al fine di renderlo, se possibile, ancora più suggestivo. La capienza è contenuta, ci sono circa 400 posti a sedere, ma sarà possibile ascoltare i concerti anche da fuori, dalla Piazza, dove si potrà stare comodamente seduti ammirando il mare e sorseggiando un bicchiere di vino”.
Aria Festival è un progetto che nasce nel 2007, con l’ambiziosa idea di dare origine al primo festival internazionale di spettacolo per luoghi pubblici in Italia, articolato in diverse aree nell’area del Levante Ligure. Le serate si spostano in quella parte di territorio che da Sestri Levante arriva nel Golfo dei Poeti, coinvolgendo quindi realtà bellissime a livello paesaggistico, ma anche molto particolari e difficoltose dal punto di vista organizzativo. “L’idea di ‘Aria’ – interviene ancora Pischedda - è proprio quella di valorizzare i luoghi della Liguria, sperimentando nuove forme di spettacolo, in cui l’arte e le tecniche si adattano e vengono pensate appositamente per il territorio e lo scenario in cui si svolgono”.
Lo spirito del progetto è ancora una volta quello di continuare a utilizzare la cultura e lo spettacolo come piccoli moltiplicatori di risorse per la ricostruzione di un territorio purtroppo flagellato.
“Il Comune ha sempre sposato la filosofia di Aria Festival, lavoriamo per reintrodurre la cultura alle Cinque Terre – dichiara Enzo Resasco, il sindaco di Vernazza -. Inoltre questo rappresenta un modo per unire alla cultura delle opere di solidarietà. Nel 2012 erano stati raccolti i fondi per la ricostruzione di Vernazza, duramente colpita dall’alluvione del 25 ottobre 2011. L’anno seguente sono stati raccolti i fondi per la Sardegna e quest’anno il ricavato sarà destinato alla ricostruzione del tetto della Chiesa”.

L’ingresso è gratuito, ma è possibile prenotare un posto all’interno della Chiesa facendo una donazione (a partire da dieci euro per Fresu /Di Bonaventura, e 20 euro per Paoli /Rea) sul sito della vernazzafutura.it, la onlus che si è occupata, e si occupa ancora, della ricostruzione di Vernazza. Un’operazione facile, veloce e sicura, con pochi click. Saranno comunque disponibili per il pubblico anche posti senza prenotazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Presentazione Aria Festival Archivio


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News