Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 02 Agosto - ore 16.51

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cuntamenastoa, il nuovo pezzo dei "Grandi & fanti" al 20° Festival della Canzone in lingua ligure

ad Albenga
Cuntamenastoa, il nuovo pezzo dei "Grandi & fanti" al 20° Festival della Canzone in lingua ligure

Cinque Terre - Val di Vara - I grandi & fanti hanno partecipato alle finali del 20° Festival «San Giorgio» della Canzone in Lingua Ligure, che si sono tenute ad Albenga gli scorsi 11 e 12 giugno. La band dialettale riomaggiorese ha presentato il nuovo brano Cuntamenastoa, con testo di Davide Bozzo e musica di Francesco Buttà, frontman del gruppo ai suoi esordi come autore. All’arrangiamento del pezzo hanno collaborato, inoltre, Simone Carrodano e Maurizio Fazioli. Il titolo della canzone significa «raccontami-una-storia», scritto tutto attaccato, perché raccontare qualcosa significa sempre narrare una storia. E il raccontare storie è alla base della tradizione orale, la memoria collettiva che unisce le generazioni, quel filo antico, così sottile e così prezioso, che lega i giovani agli anziani. «Ed è proprio agli anziani, ai depositari della nostra memoria, duramente colpita dalla pandemia, che il brano è dedicato, con la speranza che, come nella filastrocca ligure del bestentu, ripresa nel ritornello della canzone, questo raccontare non si interrompa mai», spiegano gli autori.

Per i grandi & fanti si è trattata della nona partecipazione alla kermesse ingauna, nell’ambito della quale si sono aggiudicati nel corso degli anni ben dieci riconoscimenti, vincendola per tre volte. Quest’anno la band riomaggiorese si è presentata sul palco con la formazione largamente rinnovata già vista nella scorsa edizione: a interpretare il brano, accanto a Francesco Buttà, storica voce e chitarrista del gruppo, la figlia Anna; ad accompagnare i due interpreti, oltre al basso di Simone Carrodano, le chitarre delle sorelle Alice e Martina Bonfiglio, l’elettrica di Maurizio Fazioli e le percussioni di Giordano Natale, ai suoi esordi come batterista del gruppo, e di Davide Bozzo, che con l’ocean drum ha portato sul palco il respiro rotondo del mare, metafora di quell’incessante raccontare che anima la tradizione orale. «La composizione intergenerazionale – ricorda Buttà, che di professione è insegnante – è la cifra più significativa e originale
del nostro gruppo. Quello dei grandi & fanti, come testimonia il nome, è un progetto che nasce e si sviluppa con la programmatica intenzione di favorire la trasmissione della tradizione dialettale alle nuove generazioni, rappresentate sul palco da tre giovanissime riomaggioresi che frequentano le scuole medie e superiori».

Alla manifestazione hanno partecipato una ventina di concorrenti provenienti da ogni angolo della Liguria. La rassegna, patrocinata dalla Regione, dalla Provincia di Savona, dal Comune di Albenga e dal Ministero della Pubblica Istruzione, è stata presentata dalla direttrice artistica Silvia Bazzano, coadiuvata da due giovani assistenti. La giuria, presieduta dal cantautore Michele Maisano, più noto al grande pubblico col solo nome di battesimo, ha assegnato il primo premio nella categoria gruppi ai Mandillä di Moneglia, mentre il secondo e il terzo sono andati rispettivamente al duo composto da Guido Perata e Mike fC, vincitori anche del premio Elmo Bazzano, e ai Demueluin. Nella categoria solisti, invece, affermazione di Alessandro De Muro, componente dello storico gruppo genovese dei Trilli, che ha preceduto sul podio
Chiara Franzi e Valter Decia. Miglior testo, infine, per il cantautore Alessandro Astigiano. L’esibizione dei grandi & fanti è stata trasmessa in diretta Facebook a cura dell’associazione culturale Rimazû, ottenendo migliaia di visualizzazioni. Per finanziare la trasferta della band, l’associazione ha potuto contare su un importante contributo del Comune di Riomaggiore. Quest’anno, purtroppo, a causa della pandemia, il gruppo non è stato accompagnato dai suoi fan riomaggioresi, che l’anno scorso l’avevano seguito in pullman capitanati dalla sindaca Fabrizia Pecunia. «Il sostegno che l’amministrazione comunale e i nostri concittadini non ci hanno mai fatto mancare negli anni – dice Davide Bozzo, presidente dell’associazione – è molto importante per noi: ci fa sentire onorati e ci dà la conferma di quanto questo progetto musicale e culturale sia significativo per la nostra comunità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News