Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 01 Agosto - ore 21.34

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cade sul sentiero e batte la testa, turista in ospedale

Dispiegamento di soccorritori per trarre in salvo una coppia di sorelle che ieri hanno perso l'orientamento sul sentiero che da Monterosso conduce a Levanto. La ragazza ferita guarirà in pochi giorni.

l'intervento
Carabinieri

Cinque Terre - Val di Vara - Disavventura per due sorelle turiste a Monterosso. Le due giovani, originarie di Milano, si sono avvenurate, ieri, sul sentiero che conduce da Monterosso a Levanto. Il tratto però si è rivelato particolarmente impervio, hanno perso l'orientamento e all'improvviso una di loro ha accusato un mancamento è caduta e ha battuto la testa. La sorella non ha perso la calma e ha attivato i soccorsi, nonostante il segnale per il cellulare. La ragazza riusciva con non poche difficoltà a contattare un conoscente in paese che, prontamente, chiedeva aiuto al maresciallo, Comandante della Stazione Carabinieri di Monterosso al Mare. "Il Comandante - si legge in una nota dei carabinieri - inviava immediatamente una pattuglia, già impegnata nel controllo del territorio, che raggiungeva la zona interessata e riusciva a localizzare con precisione le due giovani grazie anche alle coordinate ottenute dal sistema di geolocalizzazione cellulare attivato dai militari sull’utenza della ragazza illesa. Le giovani, ormai esauste, localizzate sulle alture sovrastanti la caletta di Punta Mesco, venivano soccorse proprio via mare, cioè il modo più veloce ed agevole".

"I militari organizzavano un immediato soccorso, considerata l’urgenza e le condizioni di una delle sventurate, chiedendo ausilio ai soci del Circolo Velico di Monterosso ove, rappresentata l’esigenza, ottenevano immediata assistenza, in particolare un gommone utile a concludere in tempi brevi il salvataggio, nonostante fossero comunque già stati allertati, come prassi, anche la Capitaneria di Porto ed il Soccorso Alpino - si legge ancora -. Giunti alla caletta a bordo del gommone, condotto da un abile e disponibile socio del circolo, i militari guidavano le due giovani sorelle verso il sentiero che le condurrà, oramai sfinite, sino alla riva e quindi invitate a salire a bordo del natante". "Dieci minuti di navigazione e le ragazze venivano fatte scendere a Monterosso ove ad attenderli era già presente un’ambulanza della Pubblica assistenza Croce Bianca che le trasferiva all’ospedale di Levanto. La più sfortunata, quella che si era sentita male, è stata dimessa con alcuni giorni di prognosi per un lieve trauma cranico - conclude la nota -.La perfetta e collaudata sinergia tra l’Arma di Monterosso, il locale Circolo velico, la locale Pubblica Assistenza, e tutti coloro che comunque hanno fornito il proprio prezioso contributo, ha consentito di portare a conclusione felicemente la vicenda e a ridare tranquillità alle due giovani turiste ed ai loro familiari".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News