Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 03 Agosto - ore 22.51

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lavori finiti, riapre il Verde Azzurro tra Monterosso e Corniglia

Dopo un intervento di manutenzione straordinaria e mitigazione del rischio partito a dicembre.

Oltre 365mila euro
Il Sentiero Verde Azzurro nel tratto tra Monterosso e Corniglia

Cinque Terre - Val di Vara - Il Sentiero verde azzurro che collega Monterosso, Vernazza e Corniglia torna nella piena disponibilità degli scarponcini degli escursionisti. Oggi infatti l'intero tratto del 592, completati i lavori, è di nuovo fruibile. Il suggestivo percorso costiero è stato oggetto di una serie di opere di manutenzione straordinaria avviate nel dicembre 2020, a cura del Parco nazionale delle Cinque Terre, che hanno migliorato la percorribilità dell'itinerario e mitigato il rischio. La riapertura è stata disposta dalle ordinanze dei Comuni di Monterosso e di Vernazza a seguito dell'esecuzione degli interventi finanziati dal Parco e della messa in sicurezza di un muro che insisteva sul sentiero, lato Monterosso, ricadente nella proprietà dell'Hotel Porto Roca.

L'intervento è costato oltre 365mila euro, circa 100mila dei quali si sono aggiunti al conto iniziale per alcune criticità emerse in corso d'opera. I principali lavori realizzati dalla ditta incaricata hanno riguardato il rifacimento della pavimentazione dissestata e mancante, la ricostruzione di muri a secco di sostegno e di gradini in pietra, la sostituzione di staccionate e altri manufatti usurati, la sistemazione di canalette in legno per la regimazione delle acque meteoriche. A queste si sono aggiunte ulteriori opere di mitigazione del rischio, a seguito di un nuovo movimento franoso, che ha causato il crollo di una consistente porzione di muri a secco, sia sotto che sopra la sede del sentiero in prossimità dell'imbocco da Vernazza. Il peso del terreno saturo d'acqua, unito alla vegetazione rampicante, avevano infatti contribuito a scalzare la testa del muro sottostante la staccionata, provocando il crollo di circa quindici metri lineari di muro. Durante il sopralluogo i tecnici del Parco avevano inoltre riscontrato danni lungo i muri a monte del tratto, con cedimenti e deformazioni del paramento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News