Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

Un satellite Nasa in caduta verso il nord Italia

Cadrà sul suolo terrestre tra domani sera e sabato mattina, anche la Liguria compresa nella "fascia di allarme".

Cielo stellato

Lo scenario è tra l’apocalittico e il fantozziano, decidete voi. Fatto sta che c’è anche la Liguria nella possibile traiettoria di caduta dei pezzi del satellite per ricerche atmosferiche Uars (Upper Atmosphere Research Satellite) della Nasa, che tra poche ore precipiterà al suolo. I frammenti potrebbero cadere sull’Italia tra le 19.15 di domani e le 5 del mattino di sabato: per la precisione gli orari più probabili sarebbero tra le 21.25 e le 22.03 di domani e tra le 3.34 e le 4.12 di sabato. È questa la “fascia” di allarme individuata dagli scienziati che hanno partecipato questa mattina al comitato operativo della Protezione civile. L’area di caduta dei frammenti individuata comprende tutto il nord dell’Italia (Val d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Emilia Romagna e Liguria), ma la zona precisa potrà essere definita con certezza solo tra un’ora e 40 minuti prima dell’impatto al suolo.
Il satellite artificiale Uars è stato lanciato il 12 settembre del 1991, a bordo della missione spaziale Shuttle Sts-48 e rilasciato in orbita tre giorni dopo il decollo. È stato il primo satellite in grado di osservare nel dettaglio i numerosi componenti chimici dell’atmosfera, e ha fornito dati chiave sulla quantità di luce che viene dal sole e sulle lunghezze d’onda ultraviolette. Uars ha cessato la sua attività scientifica nel 2005.

Più informazioni