Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

I fuochi del Palio, uno spettacolo da 30mila euro

Andranno in fumo poco meno di mille euro al minuto. Ma sono un momento che nessuno vuole perdere.

Fuochi d'artificio

Luce, colore e rumore insieme. Un fascino indiscutibile. Ma vale davvero la pena di spendere trentamila euro per un evento, seppur partecipatissimo e probabilmente intoccabile per moltissimi spezzini? Non sarebbe forse il caso di investire quei denari in maniera più proficua?
Passeggiata Morin, il molo del Mirabello e molo Italia si trasformano in una tribuna naturale per assistere, naso all’insù, ai fuochi d’artificio che chiudono la domenica del Palio.
Il Comune della Spezia ha invitato quindici ditte del settore a presentare un’offerta non superiore ai 25 mila euro, iva esclusa, per la realizzazione e l’allestimento dello spettacolo pirotecnico. Solo tre aziende hanno partecipato e ad aggiudicarsi l’appalto è stata la “Fuochi artificiali Martarello”, della provincia di Rovigo.
Lo spettacolo durerà 35 minuti: per mezz’ora l’attenzione di tutta la città sarà concentrata sul cielo sovrastante lo specchio acqueo nel cuore del golfo.
Trentacinque minuti, 29.160 euro. Una bella spesa, ma bisogna anche dire che il prodotto in oggetto è davvero particolare.
I fuochi d’artificio sono forse l’unico spettacolo che interessa tutti, o quasi. Sono un modo infallibile per darsi appuntamento tutti insieme, nei punti più disparati delle banchine o sulle alture che circondano il porto. Una mezz’ora assicurata di incantamento generalizzato: tutti con la bocca aperta a seguire con lo sguardo fontane bianche, esplosioni rosse, e poi il viola, il verde, il giallo.
Un’esperienza primordiale che giustifica la spesa? La mail della redazione (redazione@cdsnews.it) è aperta per ricevere il vostro parere sull’argomento.
Ci vediamo ai fuochi.

Più informazioni