LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cultura e Spettacolo

Odifreddi: "Verrò ad Exodus, normale che qualcuno non mi veda di buon occhio"

Dopo le polemiche della settimana

Piergiorgio Odifreddi risponde alle polemiche innescate in settimana da Egidio Banti e Giacomo Gatti in merito alla sua presenza al Premio Exodus confermando la sua presenza alla manifestazione del prossimo fine settimana: “Le polemiche fanno parte della dialettica ma io andrò alla Spezia. Se si prendono delle posizione è normale che ci sia qualcuno che non è d’accordo. Vado con molto piacere perchè si tratta di un momento di confronto tra culture diverse. Credo che chi mi contesta abbia focalizzato la sua attenzione su alcune
dichiarazioni estrapolate da interviste. Le parole prese cosi’
possono essere radicalizzate e distorte. Odifreddi precisa: “Sono ateo, politicamente di sinistra sempre se oggi ha ancora senso in questo paese essere di sinistra. E’ normale che ci crede in Dio non mi veda bene, di qualunque appartenza politica sia. Sarebbe strano il contrario ma non sono antisemita. Penso anzi ci siano tre modi di giudicare l’ebraismo: esiste una fede religiosa, un popolo e fortunatamente si è smesso di parlare di razza, e c’è un governo. Io quando ho parlato mi sono espresso sull’aspetto politico non sugli altri”

Più informazioni