Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Carabinieri forestali

Stato di grave pericolosità per gli incendi: aumentano i controlli

Chi non rispetta le regole incorre nel pagamento di una sanzione amministrativa di 2mila euro ed in reati con pene variabili da uno a dieci anni di reclusione.

Carabinieri forestali

Se le piogge di questi giorni concedono una tregua l’attenzione sugli incendi boschivi non si placa. Proprio quest’oggi dalla centrale de Carabinieri forestali è arrivata l’indicazione di aumentare i controlli mirati al rischio incendio. Lo stato grave pericolosità è stato diramato una decinda di giorni fa e al momento non è ancora stata stabilita una data in cui cessera.
Se nel territorio spezzino non si sono registrate particolari criticità nella zona del Ponente ligure la situazione è più critica.
Sotto la lente non ci sono soltanto le aree Parco. Nel Parco nazionale delle Cinque Terre, sono attive le squadre dei Forestali e si sono aggiunti anche i volontari dell’Antincendio boschivo in arrivo dalla Lombardia.
Proprio in una nota dei Carabinieri forestali del Parco si legge: “I militari del Reparto Carabinieri Parco Nazionale “Cinque Terre” stanno intensificando la sorveglianza per scongiurarne l’insorgenza. I controlli sono mirati a prevenire e reprimere ogni azione che possa essere causa involontaria o dolosa di incendio boschivo, come bruciare residui agricoli e forestali, accendere fuochi, fumare, usare strumenti che producano scintille in ambienti aperti prossimi ai boschi; è perciò da evitare di posteggiare l’auto con marmitta catalitica sull’erba secca, facilmente infiammabile. I trasgressori ai divieti incorrono nel pagamento di una sanzione amministrativa di 2mila euro ed in reati con pene variabili da uno a dieci anni di reclusione”.

Queste indicazioni sono valide in tutte le zone boschive. Comunque i controlli dei Carabinieri forestali in tutto il territorio sono già attive ben prima della proclamazione dello stato di grave pericolosità degli incendi. E non a tutti però sono andati giù gli inviti a mantenere comportamenti corretti e a non accendere fuochi in zone boschive.
In Val di Vara, a Ramello di Borghetto Vara alla fine del mese di giugno, i Carabinieri forestali hanno sopreso una comitiva in area Parco intenta a fare una grigliata: una situazione potenzialmente pericolosa. Agli inviti dei militari però, da parte del gruppo, sono arrivati dei momenti di tensione arrivando fino all’oltraggio e minacce a Pubblico ufficiale. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri del Nucleo territoriale.

Più informazioni