Quantcast
Erlic sceglie il Sassuolo, ma rimarrà ancora un anno in prestito - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Primo sacrificio

Erlic sceglie il Sassuolo, ma rimarrà ancora un anno in prestito

Martin Erlic

A questo punto manca solo l’ufficialità. Martin Erlic ha detto sì al Sassuolo, dopo che il suo procuratore Beppe Riso ha portato allo Spezia un’offerta negli scorsi giorni. Il croato intravede la possibilità di un avanzamento di carriera, ma non si muoverà prima del giugno 2022. Riccardo Pecini ha infatti trattato la permanenza del difensore per una stagione ancora, in prestito, dagli emiliani. Che in questo modo bruciano l’eventuale concorrenza, che tra un anno si sarebbe manifestata se Erlic confermasse la buona annata passata.
Nelle casse aquilotte dovrebbero andare 3.5 milioni di euro, visto che lo Spezia dell’allora direttore Guido Angelozzi concesse nel 2019 il diritto ad un 50% sulla rivendita del calciatore proprio al Sassuolo, da cui era stato prelevato. Dopo l’esordio con il Sud Tirol in serie C, i bianchi presero il calciatore in prestito, ma questi subì un gravissimo infortunio ad un ginocchio nella prima uscita, perdendo l’intera stagione. A fine anno dunque, lo Spezia riuscì ad acquistarlo a titolo definitivo, credendovi nonostante tutto.
Una scommessa vinta, una storia che si spera di ripetere con Elio Capradossi. Lui la serie A se l’è conquistata sul campo, salvo dover rimanere fermo per mesi a causa dello stesso tipo di infortunio. Oggi su di lui ci sono diversi club di serie B, ma l’ultima parola rimane a Thiago Motta che deciderà la composizione del quartetto (o più probabilmente quintetto) di centrali con cui iniziare il campionato. Al momento, oltre ad Erlic e Capradossi, vi sono anche Ismajli ed il nuovo arrivato Hristov. L’acquisto di un elemento di spessore pare nei programmi.

Più informazioni