Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"serve chiarezza"

"Green pass esteso senza indicazioni: alto rischio di disdette"

Forte preoccupazione in Confartigianato a seguito delle segnalazioni che arrivano da strutture e consumatori. Il direttore dell'associazione Giuseppe Menchelli: "Il clima di incertezza e prenotazioni troppo flessibili sono dannose".

Giuseppe Menchelli, direttore Confartigianato

o spettro delle disdette fa paura agli operatori e per l’estensione del green pass serve chiarezza. A lanciare l’allarme è Confartigianato la Spezia. Negli ultimi giorni, gli uffici dell’associazione sono stati bombardati di richieste inerenti all’ipotesi dell’estensione del green pass ad aerei, trasporti pubblici e strutture ricettive. Un’ipotesi che però pare abbia già spaventato molti consumatori che, a loro volta in questi giorni, hanno chiamato le strutture ricettive di riferimento sia per l’estensione green pass che per l’andamento dei contagi in provincia.

“Stiamo vivendo una situazione delicata e tutte queste preoccupazioni da parte dei consumatori potrebbero trasformarsi in disdette se non vengono dati gli input giusti e le opportune spiegazioni, a partire dal governo centrale – ha detto il direttore Giuseppe Menchelli di Confartigianato -. Questa situazione non aiuta il turismo: non c’è chiarezza a partire dal Green pass. Entrerà in vigore il 6 di agosto: ad oggi non sono ancora state pubblicate delle risposte alle domande frequenti, lasciando così nel limbo tutti. Come è possibile interpretare nel modo corretto una norma a queste condizioni?”.
“Poniamo una situazione tipo – ha proseguito Menchelli – un albergo che ha il ristorante anche aperto al pubblico. Se un cliente già pernotta nella struttura per accedere non deve esibire al ristorante il green pass. Nel momento in cui però gli spazi sono aperti all’esterno le persone che vi accedono essere controllate. E’ un controsenso “.

Ma l’interpretazione della norma non è l’unica preoccupazione. “Per favorire la ripresa nel turismo e le prenotazioni – spiega Menchelli, direttore Confartigianato della Spezia – quest’anno la policy di Booking e molti altri siti di prenotazione on line è stata quella di favorire un’estrema flessibilità di cancellazione senza penali. Oggi però il terrorismo psicologico sulle varianti, le comunicazioni sbagliate e norme che entrano in vigore all’ultimo possono essere un boomerang pericoloso nel settore ricettivo. Confartigianato continua a sostenere la necessità di potenziare la campagna vaccinale ma riteniamo che il green pass debba essere limitato ai “grandi assembramenti”, come discoteca, concerti, stadio, ecc. il turista deve essere libero di circolare, senza alcuna restrizione. Ad agosto e settembre speriamo di rivedere qualche americano, russo e arabo. Dobbiamo evitare di alimentare il clima di incertezza e pensare piuttosto a rispettare le regole attuali. Purtroppo alcuni operatori hanno già ricevuto e-mail e telefonate di clienti preoccupati per informazioni sulla situazione, sui green pass, sulle norme”.

Più informazioni