Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
137 per cento in più di presenze nel comune capoluogo

Accordo tra comuni, fiere e video per rilanciare il turismo

Tre progetti per un unico risultato: puntare al turismo nella riscoperta dello Spezzino. Berrino fornisce i dati : "Più del 136 per cento delle presenze rispetto a giugno 2020"

Import 2021

Presenziare a tutte le fiere del turismo in programma. Un accordo di programma per realizzare una strategia comune per la promozione dei territori coinvolti, poi dei video professionali per presentare le bellezze di Golfo ed entroterra. C’è tutto questo nel programma presentato questa mattina a Palazzo civico a seguito della firma dell’accordo quadro tra le amministrazioni della Spezia, Sarzana, Lerici, Ameglia, Porto Venere.
Come detto questa mattina è stato presentato il lavoro svolto sino ad oggi, anche alla presenza dell’assessore regionale al Turismo Giovanni Berrino. Che ha ricordato il lavoro svolto sino ad ora come brand della Liguria fornendo anche alcuni dati su arrivi e presenze facendo un paragone tra giugno 2020 e quello in corso. “Rispetto allo stesso periodo del 2020 in provincia della Spezia si registrano un 126 per cento in più di arrivi e un 136 per cento in più di presenze. Nel territorio comunale della Spezia la percentuale delle presenze, rispetto a giugno 2020, è cresciuta del 127 per cento. Con luglio non si potrà fare il medesimo paragone ma il segnale da cogliere è chiaro c’è grandissimo interesse per questa meravigliosa zona e si è cominciato a fare sistema dove prima non c’era e il plauso va alle amministrazioni che sono qui oggi. Sarà importante saper smuovere l’attitudine al turismo ai cittadini. Dobbiamo far comprendere loro che qualche limitazione temporanea e qualche sorriso in più nell’accoglienza aiutano il turismo”.

Il “Progetto Fiere” , l“Accordo di programma per progettazioni comuni e condivise e l’avvio di una governance coordinata delle risorse turistiche e culturali e il progetto video, un percorso di immagini dedicati a “La Spezia una Città da Scoprire” lavoreranno dunque per far crescere quei numeri.
Per quanto riguarda le fiere il Comune della Spezia, attraverso l’adesione al Club All Season – un’attività funzionale promossa dall’Agenzia InLiguria dove gli aderenti hanno la possibilità di usufruire delle tariffe scontate per le attività promozionali che si svolgeranno nel nuovo anno: fiere, workshop e tanto altro ancora – parteciperà, dopo molti anni di assenza, al calendario fieristico indicato da Regione Liguria, come proposto dalle Associazioni di Categoria durante le sedute del Tavolo Tecnico per il Turismo. Oltre alla Bit di Milano Digital Edition dello scorso maggio, il Comune della Spezia sarà presente con un proprio desk, ma in sinergia con Regione Liguria, alla fiera di Sestri Levante e al TTG di Rimini. A seguito della Fiera di Sestri Levante sarà organizzato alla Spezia un Post Tour, al quale verrà invitato alla Spezia un gruppo di tour operator, selezionati in base alle potenzialità del nostro territorio.

Il post tour prevede un soggiorno di due notti e tre giorni, durante il quale i visitatori parteciperanno ad una serie di esperienze turistiche e visite guidate sul territorio spezzino.

L’accordo di programma ndica una seria di azioni volte alla promozione turistica di un’area vasta. Riconoscendo al turismo un ruolo strategico per lo sviluppo economico ed occupazionale del territorio e per la crescita culturale e sociale. Con questa sigla si dà avvio ad una fase progettuale comune e condivisa con il Comune della Spezia al fine di costruire un’offerta turistica integrata, coordinata e competitiva da promuovere nel mercato turistico nazionale ed internazionale. Inoltre ciascun sottoscrittore si impegna ad individuare un referente al fine di dar vita ad un gruppo tecnico di lavoro che proceda alla definizione e realizzazione di azioni progettuali concrete; la Camera di Commercio si impegna altresì ad individuare una segreteria tecnica che sia di supporto all’azione del gruppo tecnico.

L’accordo nasce anche da un’attenta analisi degli andamenti turistici a seguito dalla situazione che attualmente il nostro paese sta vivendo a causa dell’emergenza epidemiologica. Dai dati esaminati è emerso infatti che la pandemia da Covid19 ha letteralmente modificato lo scenario dell’offerta turistica dell’intero Paese, sia nell’ambito dell’incoming internazionale che di quello nazionale, consigliando azioni a favore di viaggi verso mete di prossimità dotate di ampi spazi aperti onde evitare sovraffollamento. A seguito di ciò, nell’immediato futuro è ragionevolmente utile auspicare azioni che consentiranno di riscoprire a rinnovati viaggiatori piccoli tesori del nostro Paese, anche in una modalità di esplorazione che segua i principi del turismo lento, un turismo di qualità non caotico, capace di garantire, sia agli operatori che alle popolazioni, sicurezza soprattutto sotto l’aspetto sanitario. L’accordo è stato presentato e condiviso anche dal tavolo tecnico per il turismo istituito dal Comune della Spezia.

In merito a questo accordo il sindaco della Spezia Pier Luigi Peracchini ha detto: “Abbiamo lavorato molto in questi anni e abbiamo notato la lacuna della conoscenza del territorio. Abbiamo fatto squadra e puntato alla storia del territorio in una fase che va colta come un’opportunità. Stiamo lavorando per promuovere il territorio. Sarà un lavoro lungo e puntiamo anche al medioevo. Percorso fondamentale di recupero. Ringrazio i sindaci che vogliono lavorare con noi, siamo vincenti”.
Per Sarzana era presente l’assessore Italiani che ha dichiarato: “Abbiamo aderito con grande entusiasmo. Una promozione più ampia permette di puntare al turismo. Non si parte più da una sola struttura ma dai progetti ed è lo scopo di questo accordo di programma”.
Il sindaco di Lerici Leonardo Paoletti ha spiegato: “”Le amministrazioni sedute a questo tavolo stanno recuperando decenni di arretratezza. È chiaro che la funzione di coordinamento di sistemi spetta al Comune capoluogo. Sono sempre stato contrario al Dmo e Frijia ha trovato la chiave giusta con un accordo di programma. È stata costruita un’azione a 360 gradi dalla taratura corretta”.
Il sindaco di Riccò del Golfo Loris Figoli ha detto: “Come Comune negli anni abbiamo recuperato uno spazio nell’interazione del sistema sotto molti profili. Siamo a metà strada per molti territori. Spezia ha riconosciuto il valore del suo territorio possiamo essere parte di un progetto grandioso”. Da Porto Venere l’assessore Sturlese ha detto: “Con questo accordo avremo tutti occasione per crescere, portare avanti progetti importanti e lavorare, bene, insieme”.
Infine, il progetto video ha portato alla realizzazione di un filmato in time lapse scaricabile al seguente link https://we.tl/t-rfAqJl8zBa che sarà messo a disposizione degli operatori turistici, i quali potranno mostrarlo nelle loro reception o, ad esempio, inviarlo via e mail ai clienti che effettueranno prenotazioni presso le strutture alberghiere. Il video è stato infatti realizzato in vari formati in modo tale che possa essere utilizzato su tutte le varie piattaforme digitali.
A chiudere gli interventi è stata l’assessore Frijia: “Tutto questo immenso lavoro è stato realizzato grazie alle associazioni di categoria, io agisco in base alle loro indicazioni nell’ambito del tavolo del turismo. Andremo a sviluppare tavoli operativi in vari filoni e l’accordo di programma è aperto a tutte le amministrazioni che vorrano aderire”.

Più informazioni