Quantcast
Ispirato a erik satie

Amfiteatrof, luglio si chiude con la burlesque surrealista di Fausto Cosentino

Import 2021

L’ultima settimana del mese di luglio del trentennale del Festival prevede quattro conversazioni, per arrivare al clou finale di sabato 31 luglio, con lo spettacolo concerto scritto e diretto da Fausto Cosentino, ispirato a Erik Satie, con due versatili attori cantanti e un pianista. Le conversazioni permetteranno, in Auditorium alle 18, di spaziare tra i mestieri della musica, lunedi 26 con Alessandro Tommasi, con il suo lavoro di giornalista e organizzatore, oggi al prestigiosissimo Festival di Verbier; musica tra le righe, mercoledì 28, con la poeta Elisabetta Destasio Vettori, entrambi non in presenza ma presenti con il loro lavoro; musica e radio, il 29 luglio con il direttore della nostra Radio Levanto Val di Var, brillante Mediapartner di tutti i nostri festival e di tutte le attività di Officine del levante Andrea Rivetta che ci porta nella storia della radio con sorprese; el sistema Abreu, il 30 luglio con Lara Camia e il lavoro della associazione Trillargento che opera in diversi quartieri genovesi con il coinvolgimento dei bambini a fini didattici sociali musicali.
Sabato 31 luglio, alle 21.30 in Auditorium, quindi, SatiErik, burlesque surrealista. Canto, recitazione, accompagnamento con il piano e il teatro nella sua semplicità e nella sua forza della parola (autore e regista Fausto Cosentino), della musica (pianista Isaias Flores Lugo) e della attorialità multiforme (Anna Giarrocco e Andrea Benfante), da dedicare al centenario di Emanuele Luzzati e Aldo Trionfo, grandi maestri.