Quantcast
Un'oasi delle api a Carro - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Progetto nazionale

Un’oasi delle api a Carro

Iniziativa del club Soroptimist e Comune.

Oasi delle api a Carro

Domenica 18 luglio, nella suggestiva cornice naturale dell’Azienda Agricola “Il Castagneto dei Sepponi” di Carro, è stata inaugurata l’”Oasi delle Api” realizzata dal Soroptimist Club della Spezia.
L’”Oasi delle Api” è il progetto nazionale scelto da tutti i club italiani per festeggiare il centenario della fondazione del Soroptimist International.
Il Soroptimist, infatti, è un’organizzazione nata negli USA nel 1921 ed è costituita da donne che rappresentano differenti professioni e lavori, unite in tutto il mondo dalla finalità della tutela della condizione femminile, della promozione dei diritti umani e della salvaguardia dell’ambiente.
ll progetto del club spezzino è stato realizzato con il patrocinio del Comune di Carro, attraverso la donazione di un’arnia didattica e relativo sciame di api, a Silvia Bonfiglio, una apicoltrice titolare della ‘Azienda agricola Silvia Bonfiglio’, presso il ‘Castagneto dei Sepponi’.
La giornata è stata aperta dal Sindaco di Carro, Antonio Solari, a cui è seguito l’intervento della Presidente del Soroptimist, Francesca Menotti, che ha illustrato le finalità del Club e del progetto.
Quindi è intervenuta l’apicoltrice destinataria del service, Silvia Bonfiglio, che ha illustrato l’affascinante mondo delle api, il loro ruolo fondamentale nel ciclo della vita, la struttura delle arnie e la loro funzione.
Tra i molti partecipantil, ha portato allegria la presenza di alcuni alunni della scuola primaria di Carro, che hanno attivamente partecipato con interventi e domande, realizzando così uno degli scopi principali del progetto, ossia quello di educare le nuove generazioni, fin dall’infanzia, al rispetto della natura e dell’ambiente, affinché possano impegnarsi da adulti per costruire un futuro migliore.
Il progetto “Oasi delle Api” vuole sensibilizzare la popolazione al mondo delle api, preziosi insetti impollinatori, necessari per l’ambiente e per la biodiversità.
Tutti sanno che le api forniscono preziosi prodotti dell’alveare quali: miele, polline, pappa reale, cera, propoli, da sempre utilizzati ed apprezzati dall’uomo. Ma la loro importanza va molto al di là dei loro prodotti, perchè svolgono in natura un ruolo essenziale nell’equilibrio dell’ecosistema, occupandosi dell’impollinazione di circa il 70% di tutte le specie vegetali viventi sul pianeta e garantendo così circa il 35% della produzione globale di cibo.
Le api quindi sono fondamentali per la nostra stessa esistenza: senza di esse molte specie di piante si estinguerebbero e con esse gran parte delle nostre fonti alimenntari.
Negli ultimi 50 anni, la produzione agricola ha avuto un incremento di circa il 30% proprio grazie al contributo diretto degli insetti impollinatori, ma a causa di alcune scelte dell’agricoltura moderna come la monocoltura, l’eliminazione delle siepi, l’aumento indiscriminato di pesticidi, l’inquinamento ambientale ed il cambiamento climatico, l’ambiente è divenuto inospitale per le api.
In Europa quasi la metà delle specie di insetti impollinatori è in grave declino ed in costante diminuzione ed un terzo è a forte rischio di estinzione.
La protezione delle api è di fondamentale rilevanza per tutelare gli ecosistemi del pianeta e contribuire alla soluzione dei problemi legati all’approvvigionamento alimentare globale.
Ognuno, nel suo piccolo, può dare il proprio contributo, per esempio favorendo le agricolture biologiche impegnate nella salvaguardia delle api, adottando uno stile di vita che riduca il più possibile l’impatto ambientale e divulgando la conoscenza dei problemi connessi alla progressiva scomparsa delle api, nonchè promuovendo iniziative mirate alla loro tutela, come quella inaugurata domenica scorsa a Carro.
In occasione dell’inaugurazione, il Club della Spezia ha distribuito ai presenti bustine di semi di piante mellifere e volantini con l’invito a seminarle sui balconi, terrazzi e nei giardini.