Quantcast
Manutenzione strade, altri quattro comuni aderiscono a convenzione della Provincia - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Salgono a 14

Manutenzione strade, altri quattro comuni aderiscono a convenzione della Provincia

La pratica è stata approvata dal consiglio.

Operai della Provincia al lavoro

Si allarga il gruppo dei Comuni che hanno aderito alla convenzione promossa dalla Provincia della Spezia per garantire un più esteso e coordinato servizio di prima manutenzione e cura della rete stradale spezzina.
Questa opportunità garantisce infatti ai Comuni la possibilità di svolgere interventi nelle strade provinciali localizzate nel proprio territorio a seconda delle specifiche necessità locali. Si tratta di uno strumento in grado di razionalizzare al massimo gli interventi. Il tutto si attua attraverso una convenzione quadro, di durata triennale (2021/2023), che prevede anche un contributo concedibile dalla stessa Provincia nei limiti delle disponibilità di bilancio e comunque non inferiore al 50%, con riferimento ad una o più delle seguenti attività: sfalci, taglio piante pericolanti, spargimento sale e spazzamento neve, pulizia cunette, nolo macchine operatrici per ulteriori attività specificatamente autorizzate.
Nell’ultima seduta di Consiglio provinciale è stata approvata la pratica di inserimento di altri tre Comuni: Pignone, Bolano, Framura e Riomaggiore, che nelle scorse settimane hanno richiesto di entrare nel gruppo degli enti locali spezzini che già hanno aderito al progetto.

“L’allargamento della convenzione per la cura e la manutenzione delle strade, con le richieste di ingresso di altre amministrazioni locali spezzine, è la conferma del ruolo della Provincia della Spezia quale riferimento per i Comuni del territorio. _ spiega il Presidente Pierluigi Peracchini _ Il compito attuale che è riservato ad un ente di secondo livello come la Provincia, cioè di essere la cosiddetta ‘casa del Comuni’, si attua garantendo strumenti di coordinamento e supporto alle attività delle varie amministrazioni locali. Oggi lo facciamo costantemente su tematiche importanti come il servizio di trasporto pubblico, il servizio di distribuzione idrica, le attività ambientali di gestione delle reti fognarie o del ciclo dei rifiuti, solo per fare degli esempi. Il territorio spezzino ha però anche una complessa rete viaria, in cui la Provincia è responsabile di oltre 550 chilometri di strade.
Solo un coordinamento costante con i Comuni e l’attivazione di convezioni come questa possono garantire che le istanze dei cittadini, delle imprese e la capacità di dare servizi possano trovare cencretezza, risposte e soluzioni, il tutto ottimizzando le poche risorse finanziarie disponibili e gestendo le attività cercando di creare i minimi disagi durante gli interventi manutentivi, quindi operando dove serve e nel momento in cui necessità”.
Ad oggi i Comuni che hanno aderito alla convezione sono: Levanto, Calice al Cornoviglio, Zignago, Castelnuovo Magra, Monterosso al Mare, Porto Venere, Rocchetta di Vara, Follo, Deiva Marina, Luni, Pignone, Bolano, Framura e Riomaggiore.
In queste settimane, proprio grazie alle opportunità date dalla convezione, è in corso un vasto programma di manutenzione e sfalcio delle strade provinciali spezzine. Il piano è stato attivato grazie ad una riorganizzazione del bilancio dell’Ente, sviluppata nell’ambito del programma di risanamento economico in corso di attuazione in questi mesi. In questo modo la Provincia della Spezia è riuscita a reperire, e stanziare, 300 mila euro a favore del capitolo di spesa dedicato agli interventi di manutenzione della rete stradale provinciale spezzina. Di queste risorse attivate 150 mila euro sono i fondi destinati all’apertura di cantieri stradale di manutenzione e pulizia, ovvero primariamente opere di sfalcio, direttamente gestiti dalla Provincia, mentre gli altri 150 mila euro finanzieranno, a compensazione delle spese, le medesime attività stradali realizzate proprio tramite la convenzione in atto con i Comuni spezzini con interventi puntali e mirati.
Questo accordo ha consentito agli uffici tecnici della Provincia di suddividere il territorio su tre macro zone: Riviera, Val di Magra e Val di Vara, su cui coordinare gli interventi; ad ogni zona è stata associata una ditta specifica questo per poter operare contemporaneamente su almeno tre cantieri stradali mobili gestiti direttamente dalla Provincia e di realizzare gli altri, secondo le necessità e le opportunità valutate dai singoli Comuni (questo per razionalizzare al meglio gli interventi e non disperdere risorse o creare disagi al traffico locale), nell’ambito della convenzione, lasciando così agli enti locali la gestione a seconda delle specifiche necessità individuate sul proprio territorio. Stessa pratica sarà sviluppata anche nel prossimo inverno per il mantenimento della viabilità in caso di emergenza neve.

Più informazioni