Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
La nota del movimento

Ospedale, Manifesto sanità locale: "La Procura della Corte dei Conti conferma le nostre perplessità"

Import 2021

Nella requisitoria del Procuratore presso la Corte dei Conti ligure dr. Antonio Giuseppone del 19.07.2021 si ha un quadro preciso e definito delle principali criticità sul progetto di partenariato pubblico privato per la costruzione e gestione del Nuovo Felettino.
Criticità che il MSL aveva già espresso e posto all’attenzione anche di ANAC, del Ministero della Salute e del Ministero delle Finanze (questi ultimi Ministeri interessati dalla prossima pronuncia di validazione o meno del progetto a livello ministeriale).
Tra le altre e sinteticamente :
rischio di insostenibilità dei costi del canone annuale per 25 anni e mezzo a carico di ASL 5 (ca. 15 milioni di euro), con evidenti ripercussioni negative su investimenti per i miglioramenti dei servizi (che ne hanno urgente bisogno …)
mancanza della matrice dei rischi per giustificare una abnorme introito per il privato che dagli 86 milioni di euro investiti nel riceverebbe, dopo 25,5 anni, 264 solo per il contriubuto di costruzione e salvo il canone per la gestione.
La Procura ha confermato in pieno le criticità sollevate.
Non servono ulteriori commenti, se non riportare testualmente i passaggi della requisitoria del Procuratore Giuseppone (consultabile sul sito https://www.corteconti.it/Download?id=4f661643-06e5-4404-a5ca-4b547402e14c ) :
“ Dalla delibera del Direttore Generale della ASL 5 n. 232 del 18.03.2021 – si prende atto della volontà di procedere alla costruzione della suddetta opera pubblica prevedendo: 1) un ulteriore finanziamento ad I.R.E. per la predisposizione di attività di studio, stazione appaltante; 2) si prende atto della convenzione stipulata con CDP; 3) il quadro economico dell’opera indica la somma di euro 264.373.045,00 (rispetto ai precedenti euro 177.152.424,00) di cui 86 milioni di euro provenienti da risorse private e le restanti di provenienza pubblica (partenariato pubblico-privato). Si prevede, anche, un canone annuo di disponibilità a carico dell’ASL 5 di euro 14.800.000,00, di cui euro 4.500.000,00 a titolo di conduzione impianti e manutenzione ordinaria e straordinaria.
Da un sommario esame della suddetta delibera – e da quelle richiamate – la Procura non può che auspicare un attento esame della fattibilità finanziaria e della convenienza economica di tale scelta in considerazione della notevole mole di risorse pubbliche che verrebbe destinata alla costruzione di quest’opera pubblica non foss’altro che non è stata rinvenuta la matrice dei rischi – v. a tal fine, delibera ANAC n. 318 del 28.03.2018) – la quale ha precipua finalità di individuare ed analizzare i rischi connessi all’intervento da realizzare e deve essere utilizzata – in fase di programmazione – per la redazione del documento di fattibilità economica e finanziaria e per verificare la convenienza del ricorso al Partenariato pubblico-privato rispetto ad un appalto tradizionale e – in fase di esecuzione – per il monitoraggio dei rischi.
Questa particolare attenzione, peraltro, deriva anche dal fatto che sono ormai trascorsi 20 anni da quando quest’opera è stata finanziata senza alcun esito – v. a tal fine Corte dei conti, delibera n. 2/2021 della Sezione centrale di controllo sulla gestione delle amministrazioni dello Stato. “

Ci vuole altro perché i nostri sindaci chiedano la convocazione urgente della Conferenza dei Sindaci ?
Alle forze di opposizione e a quelle sindacali chiediamo di aderire alle nostre prossime mobilitazioni, dopo quelle già svoltesi nei tre giovedi di questo mese

MANIFESTO per la SANITA’ LOCALE
INSIEME per una SANITA’ MIGLIORE

Più informazioni