Quantcast
Formazione, il Covid non ferma le attività del Ciofs - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ristorazione

Formazione, il Covid non ferma le attività del Ciofs

Ciofs, foto di fine anno 2021

Riuscire a vincere le difficoltà, in un anno ancora segnato dalla pandemia, perché gli allievi potessero svolgere le attività di laboratorio; a organizzare l’esperienza di stage ed alternanza garantendo le procedure di sicurezza nonché le lezioni in DAD. Riuscire ad accompagnare gli allievi nella loro preparazione professionale e nel loro percorso di vita. Riuscire, con la collaborazione di tutti i formatori, delle aziende che hanno dato la disponibilità ad accogliere i giovani in stage ed alternanza, per completare la loro formazione, delle famiglie, che in un dialogo continuo hanno contributo a dare l’opportunità a 43 giovani di raggiungere l’obiettivo professionale nel settore della ristorazione. Questo è stato l’anno del Ciofs della Spezia.

I protagonisti? I giovani del percorso antidispersione, svolto in modalità Duale concluso nel mese di marzo 2021, che, ottenuta la qualifica di “Operatore della Ristorazione”, alla riapertura dei ristoranti hanno trovato la loro collocazione lavorativa; gli allievi del terzo anno IeFP “Operatore della Ristorazione” – indirizzo sala bar e indirizzo cucina, che a giugno 2021 hanno terminato la loro prima tappa di formazione, e sono ora orientati a continuare il percorso nel prossimo IV anno per acquisire il diploma della IeFP; i giovani disoccupati partecipanti al corso per “Aiuto cuoco con competenze di bordo”, a seguito della la qualifica professionale, alcuni di loro hanno trovato una collocazione lavorativa prima di terminare l’azione formativa, per altri è stato attivato il tirocinio di inserimento lavorativo; i giovani che a seguito della qualifica triennale hanno frequentato il IV anno per Tecnico dei servizi di sala e bar e Tecnico di cucina sostenendo gli esami nelle giornate dal 12 al 15 luglio u.s. Alcuni di loro sono già occupati nell’azienda dove hanno svolto il periodo di alternanza. Una menzione speciale per i due giovani diplomati Navacchi Sabrina e Sarracino Francesco ai quali la commissione ha riconosciuto una preparazione professionale di qualità dando loro il punteggio massimo 100/100.

Più informazioni