Quantcast
Flussi turistici in aumento, green pass per ristoranti e discoteche. Domani la decisione - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Obiettivo italia bianca sino a ferragosto

Flussi turistici in aumento, green pass per ristoranti e discoteche. Domani la decisione

Weekend di forti presenze anche sulle coste spezzine. In Italia ancora 17 milioni devono essere vaccinati, la stragrande maggior parte dei casi riguarda loro. Ed ora l'Esecutivo sta pensando a iniezioni anche sui traghetti.

Aereo Ryanair

L’incremento dei casi di coronavirus e la variante Delta che rischia di dilagare anche in Italia, stanno sempre più inducendo il governo ad intraprendere delle misure che possano in qualche modo frenare la corsa del virus. Ecco allora che il green pass per discoteche e ristoranti al chiuso diventa, dunque, sempre più una misura probabile che il governo dovrebbe adottare da qui a breve. Durante la cabina di regia, che si svolgerà domani 20 luglio, saranno messi sul tavolo gli ultimi dettagli, ma la lista dei luoghi dove si potrà accedere solo con la certificazione dovrebbe essere già definita. Il provvedimento potrebbe entrare in vigore lunedì 26 luglio.

E’ stato un weekend ad alti flussi anche sulle coste spezzine, in special modo alle Cinque Terre dove il numero dei turisti è decollato e a farne le spese sono stati soprattutto i treni, spesso con carrozze al limite. Su base nazionale ancora 17 milioni indifesi davanti al virus: i dati dicono questo e così la corsa alla protezione sta inducendo l’Esecutivo ad incrementare le occasioni per permettere a chi vuole vaccinarsi di farlo. Per convincere i ritardatari iniezioni anche sui traghetti. “Anche nelle ultime 24 ore abbiamo avuto un incremento di circa 300 casi. Come ha documentato la cabina di regia, l’età mediana dei contagiati è 28 anni, dato che dimostra come i contagi siano legati in buona parte alla popolazione giovane in ragione della maggior socializzazione del periodo estivo, un po’ come è successo l’anno scorso” – ha spiegato il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli a Repubblica. Confermato dallo stesso Locatelli che gli assembramenti legati ai quarti e alle semifinali già individuati a Roma hanno favorito la circolazione del virus. L’ultimo rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità rileva una brusca salita di nuovi contagi nell’ultima settimana ascrivibili nella stragrande maggior parte dei casi a persone non vaccinate o vaccinate solo con la prima dose. Il rapporto afferma inoltre che la vaccinazione completa copre dall’infezione nell’88% dei casi, dal ricovero in ospedale nel 94,6%, in terapia intensiva nel 97,3% e dal decesso nel 95,8%.

Non sembrano esserci dubbi che l’uso del certificato verde verrà esteso da luglio a treni nazionali e aerei: solo chi dimostrerà di essere vaccinato, negativo al tampone fatto entro 48 ore prima o guarito dal Covid potrà salire a bordo. La novità rispetto alla norma attuale è che il green pass servirà per viaggiare in Italia, e non solo per andare all’estero. L’obiettivo del governo è mantenere tutta l’Italia in zona bianca almeno fino al 15 agosto evitando così delle misure restrittive da intraprendere prima nel cuore dell’estate. E’ per questa ragione che con ogni probabilità nel nuovo decreto del governo saranno inseriti i nuovi parametriche che stabiliranno le fasce di rischio (bianca, gialla, arancione e rossa) non soltanto sulla base dell’incidenza del virus, ma anche sull’occupazione dei reparti ospedalieri e delle terapie intensive.