Quantcast
Monopattini, Lerici fissa divieti e limiti di velocità - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Mobilità elettrica

Monopattini, Lerici fissa divieti e limiti di velocità

Per i gestori l'obbligo di impedire da remoto, con sistema gps, che i veicoli accedano a strade e vie interdette.

Un monopattino a Lerici

Da qualche tempo i monopattini elettrici hanno cominciato a fare capolino anche a Lerici. L’amministrazione comunale, come si legge in un recente atto di indirizzo, “ha interesse a promuovere la mobilità sostenibile, sviluppando politiche di mobilità condivisa e prevedendo l’introduzione di forme di ‘uso collettivo’ di monopattini elettrici in modalità free floating (a flusso libero)”, e intende “consentire in via sperimentale” l’attività di noleggio di monopattini elettrici, ritenendo “obbiettivo prioritario al tutela dell’ambiente, connesso anche alla qualità dell’aria, riconoscendo alla mobilità elettrica grandi potenzialità in termini di riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico”. “Al termine del periodo di sperimentazione – si legge ancora -, sulla base degli elementi di valutazione, si procederà con la pubblicazione di un avviso pubblico diretto alle aziende che intendono manifestare l’interesse a intraprendere tale attività sul territorio comunale”. Il tutto con una serie di precise regole. Tutti i monopattini, per prima cosa, devono essere naturalmente in possesso di adeguati livelli di sicurezza e dei requisiti tecnici richiesti dalla normativa, e non possono essere dati a nolo ai minori di 14 anni, mentre i minorenni devono comunque usare il casco protettivo.

L’atto approvato dalla giunta Paoletti poi, tenendo conto della mancanza di spazi dove i monopattini elettrici possano circolare separati dagli altri veicoli “data anche l’assenza di piste ciclabili” e l’assenza di aree di sosta dedicate a questo tipo di mezzi, stabilisce in 15 chilometri orari la velocità massima praticabile sul lungomare e nelle vie urbane; eccezion fatta, visti i tratti di forte pendenza, per Via Matteotti a Lerici, e lungo la Sp28 per la Serra e la Sp26 per Tellaro, dove il limite è fissato in 25 orari. C’è poi il divieto di accesso, a Lerici, in Piazza Garibaldi, Calata Mazzini, Via Cavour, Via Pisacane, Piazza Battisti, mentre a San Terenzo niente monopattini elettrici in Passeggiata Sem Benelli, Passeggiata Don Ringressi, Piazza Brusacà, Via Trogu e Via del Campo; a Tellaro vietata Piazza Figoli. Vige inoltre il divieto di circolazione sulla Sp331 dalla rotonda del Guercio fino al Muggiano “al fine di non pregiudicare la sicurezza della circolazione stradale, stante il fatto che tali tratti della Sp331 sono oggetto di transito di veicoli di grandi dimensioni”. E per i divieti di accesso, e per quelli di circolazione, c’è l’obbligo per il gestore di impedire da remoto, con sistema gps, che i monopattini li violino.

Il gestore dovrà garantire il tempestivo intervento di rimozione dei monopattini elettrici che non risultino in sosta regolare. Tutti i veicoli dovranno essere identificabili, entro 25 giorni dal’autorizzazione all’esercizio dell’attività, attraverso un numero univoco, e per ciascuno di essi dovrà essere versata una cauzione di 25 euro, escutibile dal Comune in caso di costi per la rimozione di monopattini posteggiati in contrasto con il Codice della strada o che comunque ostacolino la circolazione o arrechino disagio. Il gestore dovrà altresì garantire una copertura assicurativa sull’uso dei monopattini e la presenza di personale formato per monitorare costantemente la sosta regolare dei mezzi, nonché fornire a Palazzo civico ogni informazione e dato statistico utile sull’andamento dell’attività. L’amministrazione fissa anche in 80 il numero massimo di monopattini elettrici noleggiabili sul territorio comunale – 40 al massimo per ogni licenza – e non più di tre licenze attivabili.

Più informazioni