LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Pregiudicato a spasso

Evade dai domiciliari e non rispetta prescrizioni del giudice, arrestato ad Arcola

Carabinieri

Nella serata di ieri i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Sarzana, assieme ai colleghi della Stazione di Arcola, hanno arrestato un pregiudicato residente ad Arcola.
Si tratta di un 34enne, già noto alle Forze dell’Ordine, che nel corso degli anni si è reso protagonista di una serie di episodi delittuosi: dalla resistenza, minaccia ed oltraggio a P.U. , a reati inerenti gli stupefacenti e contro il patrimonio, senza tralasciare guida sotto l’influenza di alcool e infrazioni varie al codice della strada; su di lui grava anche un avviso orale emesso dal Questore della Spezia.

Circa due settimane fa i Carabinieri erano dovuti intervenire a seguito di una segnalazione giunta alla centrale operativa della Compagnia di Sarzana, in quanto l’uomo, in piena notte ed evidente stato di alterazione, stava dando in escandescenze nelle vie del centro cittadino: alla vista degli uomini dell’Arma aveva provato a fuggire iniziando a colpirli con calci e pugni, insultandoli pesantemente, ma era stato immobilizzato ed arrestato. Il Giudice lo aveva quindi condannato alla misura dell’obbligo di firma e di permanenza notturna presso la sua abitazione; dopo qualche giorno la sua posizione si era ulteriormente aggravata e, a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’autorità giudiziaria spezzina, era stato sottoposto agli arresti domiciliari ad Arcola.

Ma tutto questo non è bastato a farlo calmare: nonostante la misura in atto, nella nottata di ieri era infatti evaso dagli arresti domiciliari ed era stato sorpreso dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Sarzana mentre andava in giro per le vie di quel centro: immediata era stata la denuncia per evasione e dopo alcune ore, vista la sua propensione a non rispettare la legge, il Giudice ha emesso a suo carico un ordine di carcerazione: per lui stavolta si sono aperte le porte del carcere di La Spezia, dove adesso dovrà scontare il resto della sua pena.