Quantcast
Menini (Cambiamo): "Digestore, da Centi una distorsione della realtà" - Citta della Spezia
"si informi"

Menini (Cambiamo): "Digestore, da Centi una distorsione della realtà"

Daniela Menini

“Ancora una volta, di fronte a un argomento importante come la chiusura del ciclo dei rifiuti, tocca assistere a una distorsione della realta` dei fatti, ma spero veramente che sia l’ultima volta che dovremo tornare sull’argomento. Il consigliere Centi deve imparare a leggere meglio i documenti, poiche´ l’impianto previsto a Saliceti risulta conforme agli indirizzi comunitari e nazionali, le sue dichiarazioni portano solo confusione e disorientano i cittadini che, in un momento storico come quello attuale, avrebbero bisogno di tutto, tranne che di essere portati fuori strada e lontano dalla verita`”. Lo afferma Daniela Menini, consigliera regionale ligure di Cambiamo.

“ll ciclo dei rifiuti va chiuso e l’obiettivo puo` essere raggiunto solo realizzando impianti ad hoc in ogni provincia; – prosegue Menini – solo cosi` i cittadini vedranno davvero un risparmio nei costi di smaltimento, perche´ si bruceranno meno rifiuti e una provincia non sopportera` il carico delle altre, anzi, e tantomeno Spezia. Impianti, inoltre, che sono redatti da tecnici ed esperti della materia”.

“Il controllo in piu` disposto dalla Provincia e` giusto e condivisibile, perche´ ogni controllo aggiuntivo sui percorsi amministrativi e` sacrosanto e doveroso, ma non intacca il percorso avviato. – conclude la consigliera arancione – Il procedimento tecnico in atto e` chiaro, quindi basta inventare conseguenze casuali e diffondere informazioni scorrette ai cittadini. Il consigliere di minoranza Centi, se non ha idea di quello che sta accadendo, si puo` informare meglio e leggere i documenti con maggiore attenzione. Prendere lezioni di unita` e coesione dalle sinistre, frazionate e in disaccordo anche sul tema piu` futile, risulta abbastanza incredibile, soprattutto per una Giunta regionale come quella attuale che ha dimostrato di saper lavorare in grande sintonia con tutti gli amministratori del territorio di ogni ordine e grado”.