LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
E se si tornasse al 2020?

Autostrade, una domenica in coda. Ma non è che il lunedì inizi meglio

Con il passaggio alla zona gialla i flussi cambiano.Disagi su gran parte della rete. Toti: "Inaccettabili le code di ieri, non permetteremo che i liguri e chi vuole venire a visitare la nostra terra vadano incontro a un’estate come la scorsa".

Autostrada A12

Dopo il caos della giornata di ieri con l’A10 e l’A12 completamente paralizzate fino a tarda notte, per i cantieri, la mattinata inizia nuovamente con le code: in A12, sulla Genova-La Spezia-Livorno, i cantieri stanno provocando rallentamenti tra Recco e Nervi, mentre in A10 traffico Rallentato tra Genova Aeroporto e Bivio A10/A7 Milano-Genova per traffico intenso verso il capoluogo ligure. Non è finita perchè in A26 coda di 5 km tra Bivio A26/Diramaz. A7 Milano-Genova e Masone per lavori verso Voltri. Una situazione, quella verificata ieri, nel primo fine settimana di zona gialla e di spostamento tra Regioni ha fatto infuriare anche il governatore della Liguria Giovanni Toti: “Le immagini di tanti automobilisti in coda sulle nostre autostrade sono inaccettabili, soprattutto dopo mesi di stop e chiusure che cittadini e attività hanno subito. Ora bisogna ripartire! Per questo abbiamo subito chiesto alle concessionarie di sospendere con un mese di anticipo tutti i lavori che possono essere fermati. Era impossibile farlo già per questo weekend, ma dal prossimo la situazione dovrà essere diversa e mercoledì incontreremo i concessionari delle tratte autostradali per verificare che tutti i cantieri che possono fermarsi senza compromettere la sicurezza degli automobilisti vengano rimossi. Non permetteremo che i liguri e chi vuole venire a visitare la nostra terra vadano incontro a un’estate come la scorsa, dopo un anno già tanto difficile. Questa deve essere la stagione della ripartenza e così la Liguria non riparte!

Più informazioni