Quantcast
Fincantieri

Il cantiere Muggiano come presidio vaccinazioni

Relativamente al tema dei trasporti sono inoltre confermate, fino a fine anno, le attuali linee speciali di autobus dedicate ai lavoratori del cantiere, mentre verranno introdotte ulteriori corse a copertura della giornata del sabato.

Lo stabilimento Fincantieri di Muggiano con il bacino di carenaggio in primo piano

Si è svolto lunedì un incontro tra le Rsu di stabilimento e l’ufficio del personale per fare il punto sulle principali tematiche che sono emerse in questi giorni nella attività di gestione dell’emergenza pandemica. Al fine di prevenire gli assembramenti di lavoratori in uscita dal cantiere di Muggiano in prossimità delle fermate degli autobus attualmente esistenti, l’azienda propone la messa in opera di nuovi tornelli di uscita in corrispondenza con il varco di transito merci posto in zona “navale” (ex varco doganale). “Tale apprezzabile opera, che necessita di un importante investimento sia infrastrutturale che organizzativo – dicono le segreterie provinciali di Fim, Fiom, Uilm e Rsu Fim, Fiom, Uilm Fincantieri Muggiano -, potrà trovare la sua piena applicazione ed utilità solo se Comune, Provincia e Atc sapranno celermente collaborare predisponendo nuove fermate di autobus nelle vicinanze del nuovo varco, nonché idonei attraversamenti pedonali e tutto ciò che si renderà necessario per garantire la sicurezza dei lavoratori e dei residenti”.

Relativamente al tema dei trasporti sono inoltre confermate, fino a fine anno, le attuali linee speciali (sei corse per un totale di dodici viaggi andata/ritorno giornalieri dal lunedì al venerdì) di autobus dedicate ai lavoratori del cantiere, mentre verranno introdotte ulteriori corse a copertura della giornata del sabato. “Anche in questo caso – si legge nella nota – è da valutare positivamente l’intervento di Fincantieri che, tra l’altro, sta contribuendo economicamente in maniera determinante per il mantenimento del servizio. Rispetto all’utilizzo delle strutture di ristoro da parte dei lavoratori dell’appalto che non usufruiscono della mensa aziendale è da segnalare positivamente un ulteriore sforzo da parte dell’Azienda per garantire la costante sanificazione dei locali con personale ad hoc”.

Le Rsu hanno fatto richiesta di ampliare tali strutture con nuovi moduli, l’azienda si è detta disponibile a valutare l’intervento dopo una fase di verifica relativamente all’effettivo utilizzo delle stesse. “La Rsu, condividendo e facendo propria la posizione dell’Amministratore Delegato di Fincantieri rispetto alla necessità di anticipare il più possibile la vaccinazione nelle fabbriche nell’interesse dei lavoratori, delle imprese e della nazione, posizione che con coerenza ha portato lo stesso a firmare in qualità di presidente di Confindustria Friuli Venezia Giulia ed in condivisione con amministrazione regionale e Cgil, Cisl, Uil Friuli un importante accordo per la somministrazione dei vaccini anti-covid nel cantiere di Monfalcone, ha chiesto la convocazione della Commissione covid in cui poter discutere la richiesta di utilizzare il cantiere di Muggiano come presidio per la vaccinazione volontaria dei lavoratori. Crediamo infine che lo spirito che deve animare l’azione di parti sociali, aziende e istituzioni sia quello costruttivo volto alla collaborazione col lo scopo di sconfiggere il nemico comune rappresentato dalla pandemia”.

Più informazioni