Quantcast
L'avvertimento di Ponzanelli: "Basta ripicche personali, pronto a dimettermi da vice-presidente della Provincia" - Citta della Spezia
Ora la spezia popolare fa la voce grossa

L’avvertimento di Ponzanelli: "Basta ripicche personali, pronto a dimettermi da vice-presidente della Provincia"

Import 2021

“In qualità di membro del consiglio Provinciale con delega all’ edilizia scolastica e al patrimonio, rimango deluso dagli ultimi avvenimenti che si susseguono al Palazzo comunale. Un’incredibile presa di posizione del Sindaco che manca di lucidità politica in vista di un suo secondo mandato”. La guerra politica interna alla maggioranza di governo del centrodestra sembra appena cominciata e, dopo le prese di posizioni del commissario di Forza Italia Nanni Grazzini e del fresco sottosegretario Andrea Costa, è Francesco Ponzanelli, capogruppo provinciale del gruppo La Spezia Popolare ma anche, e soprattutto, vicepresidente della Provincia della Spezia, ad incalzare il primo cittadino: “Credo che mancanza di lungimiranza e una guerra, a questo punto dichiaratamente personale all’indirizzo del Sottosegretario di stato Andrea Costa, sia evidente anche per tutti i cittadini che hanno votato nel 2017 questa coalizione. Tenendo presente che il gruppo di Spezia Popolare, sia in comune che in provincia, è stato sempre un elemento di coesione e di partecipazione attiva a tutte le delibere proposte dalle rispettive giunte”. L’avvertimento è chiaro, insomma, ma soprattutto lo stesso Ponzanelli cala la carta delle dimissioni: “Una coalizione politica si distingue per essere un insieme di partiti e movimenti diversi tra loro, così come diversi sono i numeri che la compongono. Questo è il sale della democrazia e ha sempre fatto la differenza proprio per governare nel miglior modo possibile. Ora invece si assiste ad una mancanza di confronto reale e politico sui temi che stanno a cuore alla città. Credo che in politica giunga un momento in cui è necessario definire il proprio ruolo, soprattutto quando mancano i requisiti per condividere un percorso. Il monologo non è dialogo. Sono pronto quindi a rimettere il mio mandato di vicepresidente della Provincia della Spezia”.