Quantcast
Arrivati da fuori regione, non sfuggono ai pattugliamenti e vengono sanzionati - Citta della Spezia
Controlli

Arrivati da fuori regione, non sfuggono ai pattugliamenti e vengono sanzionati

Controlli della Polizia di Stato

Proseguiti, nel primo fine settimana in zona gialla, i controlli anticrimine e anticontagio della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale, che grazie anche all’attività di sensibilizzazione posta in essere dal personale della Croce Rossa Italiana, hanno assicurato il presidio dei principali luoghi di aggregazione della città, anche alla luce delle nuove prescrizioni di cui al D.P.C.M. del 2 marzo.

Alla Spezia il personale in divisa ha svolto i pattugliamenti nelle vie del centro storico, presso il quartiere Umbertino, lungo il Molo Italia, Passeggiata Morin ed il Porto Mirabello, ove si è registrata una maggiore affluenza di persone, complici le giornate di sole.
Sabato 6 marzo, alle 18.30 circa, le Volanti della Questura sono intervenute, presso un noto locale in Via Valdilocchi. All’arrivo degli operatori, il locale risultava regolarmente chiuso in ottemperanza alle disposizioni sanitarie vigenti, tuttavia, all’esterno dello stesso, erano ancora presenti alcuni avventori, sette dei quali venivano sanzionati in quanto residenti in altra regione, si tratta di un italiano di 45 anni, cinque cittadini cubani di età compresa tra i 41 e i 23 anni ed un venezuelano di 33 anni, tutti provenienti dalla Toscana.
Analoghi servizi sono stati svolti a Sarzana e a Marinella.

Il personale ha posto particolare attenzione a garantire l’osservanza del divieto di consumo di cibi e bevande dalle 18, introdotto dalla nuova normativa proprio a partire dal 6 scorso. In molti casi gli operatori hanno informato e sensibilizzato le persone al rispetto della nuova prescrizione, ottenendo risposte collaborative.
Complessivamente sono state controllate 183 persone, 11 esercizi commerciali e 23 veicoli, riscontrando un maggiore afflusso di persone ma anche un consolidato uso della mascherina.

Più informazioni