Quantcast
Non brilla ma vince: prove di fuga per la Trading Logistic - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Pallavolo

Non brilla ma vince: prove di fuga per la Trading Logistic

Import 2021

TRADING LOGISTIC SP – PALLAVOLO NOVI 3-1
SET: 27-25 in 20 minuti / 18-25 in 23 / 25-23 in 32 / 25-20 in 27.

TRADING LOGISTIC LA SPEZIA: Puccetti 6, Figini 0, Raso 12, Moscarella 11, Biasotto 9, Lanzoni 16, Briglia 2, Iacopini 5, Briata libero; n.e. Tagliatti, Moretti, Giannarelli, Ruiu e Venturini. All. Berti e Cecchi.

PALLAVOLO NOVI: Prato 1, Ricceri 0, Moro 25, Capettini 10, Fiore 7, Repetto M. Jr. 15, Volpara 3, Mangini 7, Guido 1, Bassanese libero; n.e. Sbarbori, Repetto M. Sr., Quaglieri. All. Quagliozzi e Repetto A.

Arbitri: Russo e Bertonelli.

La Trading Logistic Spezia incappa in quella che è stata la propria peggior partita delle tre finora disputate: non a caso perde un set per la prima volta in questo campionato, eppur si cucca i tre punti e a punteggio pieno accenna alla fuga in vetta al Girone A2 della Serie B maschile nazionale…chissà, talvolta le stagioni particolarmente luminose cominciano a rivelarsi proprio così, in fortunati frangenti tipo questo. Ma procediamo con calma. Al Palamariotti padroni di casa al completo con Puccetti in regìa e Raso in diagonale, Biasotto e capitan Moscarella al centro, Lanzoni e Briglia all’ala con Briata libero. La Pallavolo di Novi Ligure risponde con una gran coppia di veterani composta da Prato al palleggio e capitan Moro opposto, Fiore e Capettini centrali, Matteo Repetto Junior (si chiama Matteo anche quello Senior) e Volpara di banda. Dopo avvio favorevole alla Trading Logistic, reazione dei piemontesi che si ritrovano a condurre persino per 6-11, tuttavia la rimonta locale conduce al 23-23. A quel punto dentro Iacopini al posto d’un Briglia non al massimo. Successivamente, una palla fuori e una in rete consentono il sorpasso spezzino sul 26-26, quindi una botta di Raso fa 27-25 e 1-0.

Dominio novese invece nella seconda frazione, per la cronaca a un certo punto di nuovo Iacopini in luogo di Briglia, di là Ricceri concede un po’ di rifiato a Prato; 18-25 e 1-1. Nella terza parte i liguri partono sparati con un parziale di 7-1, poi qualcosa s’inceppa, sull’altro fronte rientra Ricceri a rimpiazzo di Prato e poco dopo Mangini dà il cambio a Volpara. A proposito sull’altro versante Iacopini ormai stabile sul parquet. Si arriva al 19-19, in seguito un paio di errori novesi e una battuta di Moscarella fanno 23-20. Infine i punti Lanzoni e Biasotto sanciscono il 25-23 che vuol dire 2-1.
Per concludere, netto il dominio biancazzurro nel terzo set, agli avversari non serve giocare la carta Guido di mano. Verso la fine Briata, probabilmente il migliore in campo, a terra per un pochino. Invece è Puccetti che esce per colpa di un polpaccio, spazio dunque in costruzione al giovane Figini, ma sul 23-19 si preferisce non rischiare e allora riecco Puccetti. Ironia della sorte proprio quest’ultimo azzecca il muro del 24-19, di lì a poco il Novi fa rientrare in battuta Volpara, se nonché il suo servizio finisce in rete ed è la fine.

A bilancio, come detto Logistic meno convincente che contro l’Admo e a Santo Stefano Magra, ad ogni modo vittoriosa e alla luce del suo primato si direbbe pure vincente. Tre i punti di vantaggio ora sul Lavagna secondo. Nota di soddisfazione particolare altresì, quel Lanzoni vice-top scorer del match e di netto miglior realizzatore della squadra, a
mo’ di risposta a chi di recente gli avrebbe rinfacciato un avvio di campionato al risparmio. In realtà, le percentuali a segno del “bomber” sono oggi superiori a quelle dell’annata scorsa, se poi schiaccia di meno perhé in attacco ci sono adesso più soluzioni è altro discorso. A conclusione, veniamo alle altre due gare nel raggruppamento, Admo Lavagna-Zephyr Valdimagra 3-1 e Cus Genova-Global Colombo Ge 2-3.

Più informazioni