Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Un reato ambientale

Lo scempio di Tavolara

L'ennesima denuncia nella zona tra Sarzana e Castelnuovo Magra. Bonifiche e denunce non fermano i criminali.

“Le immagini parlano da sole: in un’epoca in cui tutto ambisce a “emergere” e avere fama, una semplice discarica si sta trasformando in un consistente immondezzaio. Decine e decine di metri di sacchi ricolmi di laterizi, sfalci, tubi di gomma, resti e carcasse di automezzi, cavi elettrici provati del rame, vestiti e scarpe, parti di mobili, vetri, bottiglie e damigiane”. La denuncia de Il cittadino di Sarzana sulla situazione grave di Tavolara, l’area che segna il confine tra Sarzana e Castelnuovo Magra.
Qui la presenza di discariche abusive è nota da anni. E da anni la zona viene ripulita e torna in poco tempo ad essere presa di mira dagli inquinatori. Diverse persone sono state denunciate negli scorsi mesi per conferimenti abusivi, ma la piaga continua a manifestarsi. “Tutto questo da un lato della strada, mentre dall’altro, un canale “infarcito” di pneumatici e rifiuti che vanno ad “arricchire” l’acqua per l’irrigazione dei campi limitrofi. Chi è addetto al controllo del territorio sta, ovviamente, fallendo nel proprio incarico e i solidi incivili, zozzi, maleducati alimentano questo scempio!”.