Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Al palamariotti

Trading Logistic, tutto facile all’esordio

Andrea Cecchi e Roberto Berti

TRADING LOGISTIC SP – ADMO LAVAGNA 3-0
Set: 25-23 in 28 minuti / 25-14 in 20 / 25-15 in 24.

TRADING LOGISTIC LA SPEZIA: Puccetti 4, Raso 11, Moscarella 8, Biasotto 6, Lanzoni 11, Briglia 14, Iacopini 0, Briata libero; n.e. Figiani, Tagliatti, Moretti, Giannarelli e Venturini. All. Berti e Cecchi.

ADMO LAVAGNA: Materno 2, Alessandrini 0, Rossi 3, Saperbi 3, Repetto 1, Panesi 1, Podestà 18, Colombini 7, Tomà 39; 3, Assalino 3, Garibaldi F. libero; n.e. Matalone, Brunengo, Garibaldi L. All. Cremisio e Dalmaso.
ARBITRI: Elena Fantoni e Giada Alessandra Fiori.

La Trading Logistic Spezia avvia il proprio campionato di Serie B maschile nazionale con un 3-0 promettente e convincente, vittima l’Admo Lavagna, al Palamariotti. Diciamo che i biancazzurri hanno un po’ tardato a carburare, poi dopo il secondo time-out chiesto dal duo tecnico Berti-Cecchi le cose hanno cominciato a cambiare, sino a un 3-o che non lascia spazio a discussioni. Trading con Puccetti al palleggio e Raso opposto, Moscarella e Biasotto al centro, Lanzoni e Briglia di banda con Briata libero. Admo con Materno alzatore e Rossi in diagonale, Saperbi e Repetto centrali, Podestà e Colombini all’ala con Federico Garibaldi libero.

Gli ospiti partono forte, a poco serve il momentaneo cambio di Briglia con Iacopini fra i locali, poi sul 14-20 ecco appunto quel t.o. che a questo punto sa di decisivo: da lì a poco siamo al 18-20, che costringe i lavagnesi al loro primo time-out, dopo un altro po’ al 22-23 e un prepotente diagonale di un Briglia in crescendo firma il sorpasso. Ci si mettono pure un paio di palle avversarie fuori ed ecco sul filo di lana l’1-0 per gli spezzini. Sullo slancio i padroni di casa dominano il secondo set da capo a piedi, trascinati da un Lanzoni e un Raso in progresso, mentre di là rallenta un Podestà fino a poco prima strepitoso alla schiacciata; né serve a molto la temporanea entrata del “martello” Assalino, l’altro grande rinforzo insieme al collega di reparto Colombini, quest’ultimo capitano (e 2-0).

Più o meno sulla falsariga della seconda pure l’ultima frazione, per quanto l’Admo sguinzagli i vari Panesi in mezzo, Tomà alla schiacciata e Alessandrini ad alzare. Si rivede il medesimo Assalino, Podestà riprende a volare verso la palma di “top scorer” della serata, ma è capitan Moscarella a monopolizzare l’attenzione nel finale a forza di muri. Alla fine tutto si chiude su una palla in rete ed è 3-0.

Più informazioni