Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
La lettera

"Siete costretti a lavorare in condizioni estreme e non vi siete dimenticati mai dei pazienti"

La lettera aperta di Fulvia che ha voluto ringraziare tutto il personale sanitario che l'ha seguita in un momento delicato.

Dottore

È proprio vero che le cose non si capiscono fino a che non si vivono.sono stata ricoverata 8 giorni nel reparto di otorinolaringoiatra che è stato assemblato con ortopedia.mi sono trovata in mezzo ad uno scenario fatiscente: ospedale che cade a pezzi, personale che lavora in condizioni non favorevoli, contagi Covid.
Insomma un vero massacro e in tutto questo i dottori, gli infermieri e gli operatori socio sanitari sono andati avanti continuando a lavorare, pensando ai pazienti, facendo turni massacranti. Non hanno guardato nè orari nè stanchezza.
Volevo ringraziare infinitamente il dottor Riccardo Fazio per le sue capacità e la sua attenzione al paziente e in egual modo anche la dottoressa Maria Cavezza e al dottor Ciardo che mi ha seguito passo dopo passo.
Un ringraziamento doveroso a tutti gli altri medici

Fulvia Cataldo