Quantcast
"Il mercato del venerdì ai giardini ha portato il caos" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Lo sfogo di un cittadino

"Il mercato del venerdì ai giardini ha portato il caos"

Il mercato in Via Diaz

La novità del mercato del venerdì ai giardini è l’ennesima mancanza di rispetto verso gli abitanti del centro dove, ricordo, insistono quartieri popolari diversamente dalla polemica politica sul quartiere dei ricchi. Un vero caos di decine di macchine rimosse col carro-attrezzi, oltre alla devastazione degli stessi giardini, anche nella zona dedicata ai bambini. Un Comune dovrebbe avere la forza di opporsi a richieste personalistiche delle associazioni di parte nell’interesse dei cittadini tutti, non piegarsi progressivamente a queste. Già vi era stato l’assurdo spostamento della telecamera da via Pietro Micca a via D’Azelio, quindi il proliferare esagerato delle zone di carico-scarico, infine questo ultimo scempio del mercato settimanale ai giardini. Il risultato è, oltre il degrado, una carenza grave di parcheggi con multe a gò-gò che però è stata creata, mentre senza queste scelte di parte la situazione sarebbe accettabile. Ma le telecamere al venerdì vengono spente? Ormai sono solo una limitazione per i residenti che hanno difficoltà a ricevere parenti e artigiani senza alcun vantaggio. Avevamo tanto criticato sul piano politico-culturale la sinistra, che avevamo accusato di avere verso la città non un comportamento da amministratori ma da padroni. Volevamo un Comune al servizio dei cittadini da opporre alla realtà dei cittadini al servizio del Comune, invece cambiano i suonatori ma la musica rimane la stessa, anzi peggio. Allora ci tenevamo la sinistra, che almeno potevamo accusare di essere rimasta comunista.

Pasquale Graziano