Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Giuramento

S’insedia il consiglio regionale, presiede lo spezzino Manucci

Prende il via l'undicesima legislatura. Seduta a porte chiuse a causa dell'emergenza sanitaria.

Sauro Manucci

Domani, martedì 27 ottobre, alle ore 11, si terrà la seduta d’insediamento del consiglio regionale, prima dell’undicesima legislatura. La sessione dei lavori dell’assemblea, a causa dell’emergenza sanitaria, non è aperta al pubblico e ai media. La seduta sarà presieduta dal consigliere più anziano, lo spezzino Sauro Manucci, esponente di Fratelli d’Italia. Il primo atto è l’elezione dei cinque componenti della Giunta delle elezioni, sulla base delle candidature presentate alla Presidenza del Consiglio all’inizio della seduta. L’organismo ha il compito di verificare i requisiti dei consiglieri regionali, le cause d’ineleggibilità, la compatibilità degli incarichi e deve comunicare entro un mese all’Assemblea legislativa i risultati dell’accertamento.

Subito dopo saranno eletti i tre membri dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale. Il presidente – che salvo sorprese sarà l’esponente leghista spezzino Gianmarco Medusei, ormai ex assessore comunale – e il vicepresidente dell’Assemblea legislativa vengono eletti a scrutinio segreto in un’unica votazione: i consiglieri potranno indicare un solo nome in modo tale da garantire la rappresentanza della minoranza; chi ottiene più voti sarà proclamato presidente. In una seconda votazione, sempre a scrutinio segreto, si procederà all’elezione del consigliere segretario a maggioranza semplice. L’Ufficio di presidenza dura in carica un anno e viene confermato automaticamente, a meno che un quarto dei consiglieri, un mese prima della scadenza, non ne chieda il rinnovo.

Al termine delle operazioni di voto il presidente della Giunta, Giovanni Toti, presterà giuramento di fedeltà secondo la formula prevista ai sensi dell’articolo 38 dello Statuto della Regione Liguria con la seguente formula: “Giuro di essere fedele alla Costituzione della Repubblica, allo Statuto della Regione Liguria e alle leggi e di esercitare l’incarico di Presidente della Giunta regionale nell’interesse della Regione e della comunità ligure”. Entro i 10 giorni successivi Toti presenterà al Consiglio regionale il proprio programma e comunicherà i nomi degli assessori (già ampiamente noti), che non potranno essere più di sette.

Più informazioni