Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"precise responsabilità politiche"

La Uiltucs: "I lavoratori della ristorazione scolastica sono a casa dal 23 febbraio"

Il pasto della mensa

“Comprendiamo la necessità di garantire la massima sicurezza agli studenti e ai lavoratori del mondo della scuola, visto che la situazione alla Spezia è esplosa sotto il profilo sanitario. Crediamo che ci siano precise responsabilità politiche che non possono essere ignorate e che hanno consentito lo svolgimento di una serie di eventi nel mese di agosto e hanno dedicato poca attenzione al reale contenimento del contagio”. Lo affermano il segretario provinciale della Uiltucs, Marco Callegari, e il funzionario delegato al settore scolastico, Giacomo Battistelli, intervenendo in merito allo slittamento dell’avvio delle lezioni nel comune della Spezia.

“Inoltre vogliamo porre l’attenzione sul fatto che alla scuola è collegato il mondo della ristorazione scolastica, di cui però si parla poco. Solo nella nostra provincia parliamo di centinaia di lavoratori, che guadagnano poco, avendo spesso contratti part time, e che dal 23 febbraio non lavorano perché è da allora che le scuole sono chiuse. E la cassa integrazione che ricevono è ancora più bassa”, concludono Callegari e Battistelli.

Più informazioni