Quantcast
Castelnuovo ripercorre la propria storia con gli studi universitari delle sue studentesse - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Dalle cave filippi alla casa volante

Castelnuovo ripercorre la propria storia con gli studi universitari delle sue studentesse

Al via martedì il primo ciclo di incontri Beatrice Giardino che presenterà la sua tesi "Il torchietto e gli altri opifici della valle del Bettigna".

La casa volante di Annunzio Lagomarsini

Un’altra importante manifestazione, bruscamente sospesa a causa dell’emergenza Covid 19, si ripresenta con il primo appuntamento martedì 21 Luglio, si tratta di “Castelnuovo si ricerca”, primo ciclo di presentazioni di tesi di laurea scritte da giovani castelnovesi inerenti al territorio e alla storia del territorio. La prima fase del progetto partirà con tre giovani laureate che presenteranno i loro lavori, iniziando da Beatrice Giardino che martedì illustrerà “Il Torchietto e gli altri opifici della Valle del torrente Bettigna a Castelnuovo Magra”. Il 28 luglio sarà invece la volta di Daria Ricci con la “Riqualificazione delle Fornaci Filippi”, seguita il 4 agosto da Laura Bologna che approfondirà un argomento legato alla vita partigiana della vallata con “Boborosso, che paura! Riti e nomi di battaglia dei partigiani della Val di Magra”.
Infine l’11 agosto Greta Petacco parlerà di un’abitazione nota anche a livello nazionale come “La casa volante”, ideata, progettata e costruita dal geniale castelnovese Annunzio Lagomarsini mancato due anni fa. (QUI)

Tutti gli appuntamenti porteranno alla riscoperta di luoghi e persone che hanno contribuito alla storia di Castelnuovo e permetteranno di valorizzare il lavoro di ricerca delle tre studentesse universitarie.

Tutti gli incontri si terranno di martedì alle ore 18:00 nella Sala convegni del Centro sociale di Molicciara. L’ingresso è libero ma occorre prenotare telefonando al 0187/693.842 (martedì e giovedì) oppure al 349/4334203.