Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
E' la fine della pace sociale?

Licenziamento in arrivo in Lsct, non accadeva da decenni

La società del Gruppo Contship chiude il Reparto affari doganali e servizi accessori nell'ambito dell'apertura della piattaforma logistica di Santo Stefano Magra. Per la dipendente non è prevista nessuna ricollocazione.

LSCT

Non accadeva da decenni. E c’è già chi sostiene che stia per iniziare una nuova era nel mondo portuale spezzino. Stiamo parlando del licenziamento comunicato nei giorni scorsi a una dipendente di Lsct, la società del Gruppo Contship, nell’ambito del processo di riorganizzazione e razionalizzazione deciso dai vertici del terminalista.

Una procedura di licenziamento che riguarda una dipendente che lavora in Lsct da una trentina d’anni, in seguito all’esternalizzazione delle funzioni che ha sempre svolto all’interno del Reparto affari doganali e servizi accessori. L’ufficio, come comunicato al personale dal direttore generale Alfredo Scalisi, sarà chiuso a causa dello spostamento di molte funzioni del terminal nella nuova piattaforma logistica di Santo Stefano Magra e i vertici della società che fa capo al gruppo tedesco ritengono evidentemente che non ci siano possibilità di ricollocare la lavoratrice, nonostante l’esperienza e il livello maturati nel corso della carriera.

Nei prossimi giorni potrebbero scattare le contromisure del mondo sindacale e potrebbe così interrompersi il lungo periodo di pace sociale che caratterizza la comunità portuale spezzina dagli anni Novanta.

Più informazioni